Beatrice, piccola guerriera: guarita dal Coronavirus, torna a casa con mamma e papà

La storia a lieto fine della neonata di Bergamo, risultata positiva al nuovo coronavirus. Il racconto dei genitori: "Abbiamo avuto paura, pensavamo che morisse"

Beatrice, la piccola guerriera di Bergamo: guarisce dal coronavirus e torna a casa

I primi giorni di vita per la piccola Beatrice Aurora non sono stati certo facili. Nata lo scorso 11 febbraio a Bergamo, ha subito dovuto fare i conti con il nuovo coronavirus, ma come una vera guerriera è riuscita a sconfiggere questo male, e adesso è potuta tornare a casa, tra le cure e le coccole di mamma Marta e papà Marco. Un inizio difficile anche per i due genitori, che dalla gioia della nascita sono passati all'incubo della malattia: ''Beatrice è nata l'11 febbraio e dopo pochi giorni l'abbiamo portata in ospedale per una visita di controllo. Le hanno fatto il tampone, come prassi visto il diffondersi del virus, e da lì, per 20 giorni, non l’abbiamo più vista''.

La mamma e il papà della ''piccola guerriera di Bergamo'', come è stata soprannominata, hanno raccontato in un video messaggio pubblicato dall'Ansa quel terribile momento: ''Caratterialmente sono un duro - Dice Marco - ma quando mi hanno detto che era positiva al coronavirus ho avuto paura''. Un ricordo drammatico anche per Marta, che spiega: ''Ho avuto paura che morisse. Ci dicevano che stava bene, ma allora perché non potevo vederla e portarla a casa?''. 

Una domanda più che lecite per una neo mamma, che nei giorni scorsi ha ricevuto la bella notizia che attendeva con ansia: l'esito negativo del tampone dopo due positivi. 

''Quando ho visto l'esito ho pensato che forse era arrivata la fine della nostra sofferenza e che ci preparavamo ad uscire dal tunnel'', racconta all'Ansa, con il marito che lancia un messaggio di speranza per tutti: ''Non mollate, fate come la mia piccola guerriera di Bergamo''.

Ad accoglierla a casa ci saranno anche i suoi tre fratellini: Ilaria di 11 anni, Chiara di 10 e Gabriele di 7. I genitori della bimba hanno condiviso la loro gioia anche sulle pagine dell'Eco di Bergamo: ''Siamo tutti provvisti di mascherina, i bimbi non possono avvicinarsi a Beatrice e noi dobbiamo usare le dovute precauzioni per evitare problemi a lei e alla famiglia. Siamo contenti di aver riportato a casa la nostra Beatrice, che è in buona salute. Speriamo che nei prossimi giorni le visite di controllo ci dicano che è negativa. Abbiamo passato una ventina di giorni tristi, durante i quali non abbiamo mai potuto vederla e ogni giorno il personale medico e infermieristico ci informava del decorso della malattia e sul suo quadro clinico''. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mamma Marta ha anche colto l'occasione per ringraziare il personale medico che si è preso cura della piccola Beatrice e ha contribuito a tranquillizzarla in quel momento di forte tensione: ''Ringrazio di cuore le infermiere che mi hanno supportato in ogni telefonata ascoltando a volte per non dire quasi sempre le mie lacrime, che nonostante volessi evitare ma il solo pronunciare il nome della mia piccolina o quando mi dicevano che stava bene piangevo ugualmente. Ringrazio le dottoresse che nonostante l’emergenza in ospedale sono state in grado di tenermi tranquilla. Ringrazio il pronto soccorso pediatrico, le infermiere e la dottoressa che quando mi ha comunicato l’esito positivo al Covid-19 mi ha detto: Se potessi l’abbraccerei''.

Bentornata a casa piccola Beatrice.

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/attualita/coronavirus-beatrice-neonata-bergamo.html

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Shampoo e docciaschiuma, fa il bagno nella fontana della piazza

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento