rotate-mobile
Attualità

Borgosatollo: quattro nuovi alberi per la suola dell'infanzia Rodari

Questa settimana sono terminate le nuove piantumazioni presso la scuola dell’infanzia statale Rodari di Borgosatollo.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Questa settimana sono terminate le nuove piantumazioni presso la scuola dell’infanzia statale Rodari di Borgosatollo. Dopo lo studio di un agronomo incaricato dal Comune per mappare e valutare lo stato di salute delle piante sul territorio è stato necessario tagliere due piante presso la scuola che erano pericolose. A fronte di questi due abbattimenti, in accordo anche con la Dirigenza e personale della Scuola, si sono piantate altre quattro nuove giovani piante. L’Ufficio Ecologia ha dato indicazione alla COOP La Chizzoletta di Bagnolo Mella, incaricata di gestire il verde di Borgosatollo, di piantare quattro Celtis Australis (detti anche Bagolari o Spaccasassi).

Il nome particolare di ”spaccasassi” deriva dal fatto che questo albero ha delle strepitose capacità adattive, riuscendo a crescere in terreni secchi e particolarmente aridi. Qualora si coltivasse questo albero in un luogo favorevole alla sua crescita, può tranquillamente vivere per secoli (se ben curato la sua longevità è pari a cinquecento anni). La sua altezza media si aggira intorno ai 12 metri, anche se è in grado di arrivare tranquillamente fino ai venti metri in situazioni favorevoli. Contrariamente a quanto si possa pensare, il bagolaro è ampiamente diffuso in molteplici circostanze: la sua resistenza all’inquinamento, infatti, fa sì che venga utilizzato maggiormente per quanto riguarda l’alberatura stradale o piantumazioni in luoghi pubblici e parchi, costituendo così un abbellimento urbanistico non indifferente. Permette anche di avere una buona chioma che fa ombra. Il suo tronco, inoltre, è decisamente massiccio: il diametro complessivo arriva fino ai quindici metri, che sommati ai venti metri di altezza che può raggiungere, rendono questo albero decisamente imponente e bello da vedere. In pochi anni queste piante permetteranno di avere nel giardino della scuola imponenti spazi ombreggiati per attività didattica all’aperto.

“Da alcuni mesi si è intrapreso a Borgosatollo un fondamentale progetto di mappatura delle piante presenti sul territorio - spiega Alessandro Pagani, assessore con delega al verde pubblico - e di conseguenza interventi diffusi di potature, abbattimento alberi malati o pericolanti e soprattutto una lunga serie di nuove piantumazioni che rappresentano un’attività che l’Amministrazione Comunale ritiene fondamentale e continuativa per aumentare il patrimonio arboreo di Borgosatollo anche in stretta collaborazione e coordinamento con Enti e Associazioni locali”.

“Ringrazio l’Assessore Pagani e l’Ufficio Ecologia per aver deciso di comprendere anche i giardini delle scuole in questo progetto di riqualificazione arborea . Sintomo - aggiunge Marco Frusca, assessore all'istruzione e all'urbanistica - di un’attenzione particolare verso due pilastri che da sempre caratterizzano la nostra amministrazione: attenzione alle nuove generazioni e investimenti ecosostenibili attenti al patrimonio verde comunale”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgosatollo: quattro nuovi alberi per la suola dell'infanzia Rodari

BresciaToday è in caricamento