menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambrosoli: "Con la Lega la criminalità è entrata in Lombardia"

Così il figlio dell'eroe borghese ha replicato a Roberto Maroni, che aveva definito 'chiacchiere' le sue proposte contro la mafia

"Le nostre proposte contro la criminalità organizzata sono concrete, e partono dal non permettere l'ingresso dell'illegalità nei luoghi di potere, cosa che fino ad ora la Lega ha fatto".

Il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lombardia, Umberto Ambrosoli, replica così al rivale Roberto Maroni, che ieri lo ha attaccato definendo solo 'chiacchiere' le sue proposte contro la mafia.

"Non siamo noi che sedevamo in Giunta con un assessore che aveva preso voti dalla criminalità organizzata - ha sottolineato - e non mi ricordo che prima dell'arrivo di Maroni come ministro dell'Interno in Regione ci fosse più mafia di quella di oggi".


Ambrosoli ha riconosciuto quindi che "Maroni da ministro ha fatto cose importanti" ma "ora deve spiegare perché la Lega è tornata ad abbracciare Formigoni visto che se l'era presa tanto con lui" sulle infiltrazioni mafiose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento