Brescia: mostra aria, luce e spirito

La mostra “ Aria, Luce e Spirito “ sarà aperta dal 20 Giugno al 30 ottobre 2018 presso lo spazio d’ arte contemporanea Sotto Le stelle nel ristorante I Monaci, in via San Zeno n.119 a Brescia. Realizzata da myunesco con il sostegno dell’ unione europea, della regione lombardia, dell’ associazione cibartisti, di FESR, del ristorante Mondo liquido e del ristorante i Monaci sotto le stelle.La mostra è stata possibile grazie anche alla collaborazione di Amerigo viaggi emotion, Exaudit, Mr map, Tao B e Terramica.
L’ inaugurazione si svolgerà mercoledì 20 Giugno alle ore 19.00 alla presenza dei diciassette artisti esposti e di tre performer dell’ associazione cibartisti che creeranno un’ esperienza sensoriale sul tema dell’ evento. In contemporanea ci sarà, anche, l’ inaugurazione, nella chiesa del Santo Spirito, ex chiesa di San Zeno , del ciclo di opere dal titolo “ Scale di luce ” dipinte dall’artista cibartista Lia Fantoni.
All’ inaugurazione sarà possibile “ vivere “ l’ elemento aria grazie alle performance dal vivo dell’ attrice Giulia Melis, alla make-up Artist Valeria Orlando, alle invenzioni di Maox Occoffer e al contributo della regia olfattiva emozionale di Oikos Fragrances.
Gli artisti che parteciperanno esponendo una loro opera sul tema dell’ aria, che fa parte del ciclo di mostre istituzionali dell’ associazione cibartisti sui quattro elementi, saranno : Cinzia Bianucci, Sandro Borroni, Margherita Caliendo, Luigi Camarilla, Claudio Carli, CUT- Carlo Cazzaniga, Oliviero Dell’ Asta, Manuela De Pregi, Adriano D’ Ostuni, Rino De Terlizzi, Lia Fantoni, Cesare Gozzetti, Erika Kant, Killer, Romana Marzaduri, Armando Rebatto e Fabrizio Tedeschi.
“Aria, luce e spirito” coinvolge diciassette artisti italiani in una performance scenografica che rende visibile la fisica quantistica raffigurante la nascita della materia nel principio dell’ Apeiron del tutto, o universo, come vibrazione cosmica di atomi. In questo campo quantico il pensiero, l’ azione e l’ opera sono un tutt’uno nella rete di stringhe d’atomi. La luce è l’inizio di ciò che è visibile e l’ opera d’arte è l’ immagine che manifesta le forme della natura. L’ artista plasma l’abito “ il velo di Iside o della Veronica ” che veste il divenire del tutto. Nella performance teatrale il velo dell’ arte é la veste della musa dell’ aria/spirito che spira la creatività agli umani perché siano “uomini simbolici”.
Il ciclo di opere “ Scale di luce ” nella chiesa del Santo Spirito, realizzate dalla cibartista Lia Fantoni, è ispirato dalla Bibbia. La scala di Giobbe verso il cielo è l’espressione di tutti gli archetipi del sacro: l’ altare, la torre, la piramide e quindi la salita dell’ anima verso lo Spirito Divino.

 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Cellatica: Casa Museo della Fondazione Zani

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021
    • Casa museo

I più visti

  • Cellatica: Casa Museo della Fondazione Zani

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021
    • Casa museo
  • Centro Teatrale Bresciano: "Gli infiniti mondi", stagione 2020-2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 30 maggio 2021
    • Teatro Sociale -Teatro Mina Mezzadri
  • Bedizzole: guida all'ascolto, le nove sinfonie di Beethoven

    • dal 1 ottobre 2020 al 10 giugno 2021
    • BAM BEDIZZOLE ACADEMY OF MUSIC
  • Brescia: "Gli infiniti mondi", la stagione CTB 2020 - 2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Sociale
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BresciaToday è in caricamento