Battiato, un gigante della musica al Vittoriale di Gardone

Franco Battiato al Vittoriale — Copyright © Bresciatoday.it

Martedì sera, un gigante della musica ha incantato il pubblico del Vittoriale. Franco Battiato ha infatti scelto il gioiello gardesano per aprire il suo "Short Summer Tour”, accompagnato dall'Ensemble Symphony Orchestra, diretto da Carlo Guaitoli, con Angelo Privitera alle tastiere, Davide Ferrario alle chitarre, Andrea Torresani al basso e Giordano Colombo alla batteria.

Il concerto è stato preceduto dall’opening act di Giovanni Caccamo, poi una forte ovazione ha accolto l’artista siciliano, che - senza perdere tempo in chiacchiere con il pubblico - ha subito dato il via a un’inedita rivisitazione del suo repertorio, un connubio rivoluzionario ma perfettamente riuscito, in cui innovazione e classicismo hanno viaggiato fianco a fianco in un’esperienza sonora senza eguali.

Nella parte iniziale del concerto grande spazio è stato dato ai testi più poetici, i suoi tanti “cantici delle creature” che lo contraddistinguono nel panorama nazionale per profondità e impegno morale. Non poteva mancare l’amore, con la cover de “La canzone dei vecchi amanti”, già ripresa nell’album Fleurs, e, infine, un giocoso saluto ballando con “Cuccurucucu”, dopo due ore di una performance da brividi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento