Lotta al Coronavirus: guariti sei pazienti trattati con il farmaco Tocilizumab

Lo comunica l'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta

Foto archivio Ansa

Coronavirus, guariti sei pazienti trattati con il farmaco Tocilizumab a Caserta

Sei pazienti ricoverati per coronavirus all'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta sono guariti dopo il trattamento con il farmaco Tocilizumab, utilizzato nell'ambito della sperimentazione nata dalla collaborazione tra Istituto Pascale e ospedale Cotugno di Napoli.

Coronavirus, guariti sei pazienti trattati con il farmaco Tocilizumab a Caserta

Il professor Paolo Maggi, direttore dell'Unità operativa di Malattie infettive dell'ospedale casertano, spiega che sono otto i pazienti trattati con il Tocilizumab: "Sono già guariti sei pazienti, di cui cinque dimessi e uno in divezzamento dall'ossigenoterapia". Inoltre, nel reparto di Rianimazione si è ottenuto uno dei pochi trattamenti erogati in Italia con Remdesivir (un farmaco antivirale): il tampone del paziente si è negativizzato ed è stato estubato.

Parla di "riscontri incoraggianti" il commissario straordinario Carmine Mariano: "Nel nostro ospedale, dai primi momenti dell'emergenza Covid-19, ci siamo impegnati con tutte le nostre forze per affrontare adeguatamente l'epidemia. Siamo consapevoli che c'è ancora molto lavoro da fare, tuttavia in questi giorni registriamo i primi risultati della nostra fatica. Questi primi importanti risultati ci motivano a proseguire con sempre maggior impegno in un momento così difficile, senza troppi clamori, lontano dai riflettori, ma consapevoli di offrire una qualità assistenziale di valore".

Il Tocilizumab è un farmaco anti artrite di cui tanto si è parlato nei giorni scorsi. Il professor Paolo Ascierto - oncologo e direttore dell'Unità di oncologia melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative dell'Istituto tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli - per primo aveva avuto l’intuizione di impiegare questo farmaco off-label nel trattamento dei pazienti in cui era stata diagnosticata una polmonite interstiziale causata dal coronavirus Sars-Cov2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’oncologo, dopo un confronto diretto con i medici cinesi, aveva avviato il 7 marzo, in collaborazione con i colleghi dell’ospedale Cotugno di Napoli, l’utilizzo e la sperimentazione del Tocilizumab che aveva fatto registrare miglioramenti importanti nei pazienti trattati. Poi l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha approvato un protocollo e autorizzato lo studio, partito una settimana fa, con l’obiettivo di valutarne l'efficacia. "Cauto ottimismo", è la parola d'ordine del dottor Ascierto.

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/attualita/coronavirus-pazienti-guariti-tocilizumab.html

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brescia: terremoto di magnitudo 2.7, epicentro a Caino

  • Tentato suicidio a scuola: ragazzina si butta dal balcone

  • Coprifuoco in tutta la Lombardia, ok del governo: dalle 23 stop attività e spostamenti

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Coprifuoco in Lombardia: il 'grande' ritorno dell'autocertificazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento