Martedì, 22 Giugno 2021
Coronavirus

Covid, nel Bresciano si svuotano le terapie intensive: è la fine di un incubo?

Sono solo 3 i pazienti Covid in gravi condizioni ricoverati negli ospedali bresciani, 127 nei reparti ordinari

Foto d'archivio

Per fortuna, di questi tempi, le buone notizie sul fronte sanitario si sprecano: come un anno fa, anzi un po' meglio, ai primi di giugno siamo di nuovo all'uscita dal tunnel, sperando che sia davvero l'ultima volta grazie ai vaccini (e ancora un po' di cautela). Numeri in picchiata, non solo per quanto riguarda i contagi ma anche e soprattutto per i ricoveri in ospedale, forse il più importante indicatore di criticità nella gestione della pandemia.

I picchi di seconda e terza ondata

Anche in Lombardia, con 962 pazienti Covid ancora ricoverati, di cui 145 in gravi condizioni in terapia intensiva, sembrano lontanissimi i tempi del picco della terza ondata, 7.976 pazienti Covid in ospedale di cui 826 in terapia intensiva, nel marzo scorso; era andata ancora peggio con la seconda ondata (9.250 pazienti Covid in ospedale a novembre, di cui 936 in terapia intensiva), per non parlare della prima (quando si raggiunse un picco di 13.328 pazienti Covid in ospedale, e solo in Lombardia tra marzo e aprile 2020, di cui 1.326 in contemporanea in rianimazione).

Solo 3 pazienti gravi nel Bresciano

In questo senso la discesa è anche bresciana. Nel marzo scorso si era arrivati a oltre 1.200 pazienti Covid ricoverati in provincia: ad oggi, come scrive il Giornale di Brescia, i degenti positivi ricoverati nei reparti ordinari sono solo 127, quasi 10 volte di meno. Nel dettaglio, una cinquantina al Civile, 28 negli ospedali di Asst del Garda, 16 all'ospedale di Esine, una decina al Sant'Anna di Brescia. Va ancora meglio la situazione terapie intensive: sono solo 3 i pazienti Covid nei reparti di rianimazione bresciani. In dieci giorni sono diminuiti di oltre l'80%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, nel Bresciano si svuotano le terapie intensive: è la fine di un incubo?

BresciaToday è in caricamento