Coronavirus

Coronavirus, la lenta risalita: in Lombardia 137 ricoveri in più in poche settimane

I dati aggiornati al 15 settembre: dal 31 luglio scorso sono 137 i nuovi ricoveri in ospedale per Coronavirus. Nelle ultime 24 ore 176 positivi (ma su quasi 20mila tamponi)

Ospedale di Gavardo - Foto di Maurizio Poinelli

Premessa doverosa: per fortuna sono ancora lontani, anzi lontanissimi i numeri dei ricoverati in ospedale ai tempi del lockdown, sia nella Fase 1 che nella Fase 2 al via dalla seconda metà del maggio scorso. Ma nell'ultimo mese e mezzo, una volta raggiunto il picco al contrario – cioè il minimo dei ricoveri dall'inizio della pandemia – la curva ha lentamente ripreso a crescere, tanto che dal 31 luglio al 15 settembre (dati regionali) sono 137 i nuovi ricoveri in ospedale per coronavirus.

Alla fine di luglio, come detto, si è raggiunto il picco minimo: al 31 erano 155 i ricoverati negli ospedali lombardi per Covid-19, di cui 148 in buone condizioni e 7 in terapia intensiva. Gli ultimi dati, aggiornati al 15 settembre, segnalano invece 292 ricoverati totali, di cui 29 in terapia intensiva a 263 in buone condizioni.

L'andamento dei ricoveri in ospedale

Sono ancora lontanissimi, dicevamo, i giorni bui del lockdown. Al 19 maggio – a 24 ore dall'avvio della Fase 2 con le prime riaperture – solo in Lombardia si contavano 4.670 ricoverati in ospedale per coronavirus, di cui 244 in terapia intensiva e 4.426 in buone condizioni. Esattamente un mese dopo, il 19 giugno, si contavano invece meno di 1.600 ricoverati, di cui 60 in gravi condizioni e 1.537 nei reparti ordinari.

Gli effetti del lockdown, della prevenzione e perché no anche il clima hanno permesso di ridurre gradualmente il numero dei ricoveri (anche se, ricordiamo, non sono mancati i decessi): al 19 luglio erano solo 22 i ricoverati in gravi condizioni, e 148 nei reparti ordinari, il 31 luglio è invece il giorno del picco minimo (con 155 ricoverati totali).

Con il passare delle settimane la curva ha ripreso lentamente a risalire: niente di preoccupante, ribadiamo, ma una tendenza purtroppo comune in Italia e in Europa in vista del prossimo autunno-inverno. Il 15 agosto erano 12 i ricoverati in terapia intensiva e 149 in buone condizioni (161 in totale), il 19 agosto (a tre mesi dalle riaperture della Fase 2) erano 14 in gravi condizioni e 151 nei reparti ordinati (totale 165), il 31 agosto 22 in terapia intensiva e 195 in buone condizioni (totale 217), il 10 settembre 30 in terapia intensiva e 256 in buone condizioni (totale 286), il 15 settembre 29 e 263 (totale 292).

Coronavirus in Lombardia: i dati aggiornati

Questi i dati lombardi delle ultime 24 ore: sono 176 i casi positivi su quasi 20mila tamponi effettuati, pari a circa lo 0,9% (tra le più basse delle ultime settimane). Tra lunedì e martedì si contano poi due nuovi ricoveri in ospedale e due decessi (totale 16.903). Sono solo 16 i nuovi casi in provincia di Brescia, la terza più colpita dopo Milano (90 nuovi casi di cui 46 in città) e Monza (20 nuovi casi). Seguono le province di Lecco, Mantova e Pavia (7), Varese (6), Bergamo (4), Cremona e Lodi (3), Como (2) e Sondrio (1).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la lenta risalita: in Lombardia 137 ricoveri in più in poche settimane

BresciaToday è in caricamento