Coronavirus

Noto deejay bresciano guarito dal Coronavirus: "15 giorni di battaglia assieme a medici e infermieri"

La testimonianza di Graziano Fanelli, noto deejay gardesano: ha vinto la battaglia contro il Covid -19

Graziano Fanelli (Fonte: Facebook)

Un lungo post sulla sua pagina Facebook, dopo settimane di silenzio. Anche il deejay gardesano Graziano Fanelli ha dovuto combattere contro il Coronavirus. È uno di quelli che ce l'hanno fatta: da qualche giorno è uscito dall'ospedale Civile, dove era stato ricoverato, ed è in isolamento. Un lento ritorno alla normalità: venerdì ha ricominciato a condurre la sua trasmissione radiofonica in onda su Radio StudioPiù

Questa la sua testimonianza, pubblicata sui social e diventata virale 

"Scrivo questo post per ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino in questo periodo. Il 26 febbraio sono entrato all'ospedale di Desenzano e il 27 mi hanno diagnosticato una polmonite con Covid- 19. Mi hanno trasferito immediatamente in ambulanza al Civile di Brescia, reparto infettivi. Li ho iniziato la mia battaglia contro questo maledetto virus.
Ho visto compagni di stanza guarire, essere trasferiti in Rianimazione e anche morire. Sono stati 15 giorni di battaglia assieme a medici e infermieri: antibiotici, ossigeno, emogas, saturazione, rischio di intubazione, ma sono riuscito a superare i momenti più difficili. Poi finalmente sono stato dimesso e sono in isolamento vicino a casa fino al 30 marzo. Comincio a ringraziare mia moglie Sabrina che mi è sempre stata vicina in tutto  e per  tutto, tutti i medici e gli infermieri, partendo dal Pronto Soccorso di Desenzano fino ad arrivare a quelli del reparto Infettivi di Brescia che si sono presi cura di me. Un ringraziamento speciale va al dottor Emanuele Foca': oltre con le cure mi ha sempre aiutato con la sua carica da guerriero contro questo virus sconosciuto. Ringrazio la mia famiglia, sempre presente, i colleghi, tutta la Radio, gli amici che sapevano. Venerdì ho ricominciato a fare il Morning Fever,un piccolo passo verso la normalità.Spero che questo incubo finisca presto e che tutti tornino il prima possibile a sorridere, a stare insieme e divertirsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noto deejay bresciano guarito dal Coronavirus: "15 giorni di battaglia assieme a medici e infermieri"

BresciaToday è in caricamento