Addio all'ex ministro Giovanni Prandini

Giovanni Prandini

E’ morto all’età di 78 anni l’ex ministro bresciano Giovanni Prandini. Nato a Calvisano il 22 gennaio 1940, è stato un importante esponente della Dc nel corso degli anni ’80, quando ricoprì il ruolo di Ministro della Marina Mercantile (1987-88) e di Ministro dei Lavori Pubblici (1989-91). È stato inoltre Sottosegretario di Stato per il commercio estero nel primo governo di Bettino Craxi. 

La sua carriera fu travolta dalle inchieste di Mani Pulite, che sancirono la fine della “Balena bianca”. Restò in Parlamento fino al 1994. Nel 2001 fu condannato a 6 anni e 4 mesi per le tangenti sugli appalti Anas. La sentenza venne annullata in Appello nel 2003 (il Tribunale dei Ministri aveva agito erroneamente nel duplice ruolo di gip e di pm), mentre 2 anni dopo tutte le accuse caddero “per inutilizzabilità degli atti processuali”. Gli scandali giudiziari gli valsero comunque il soprannome di "Prendini”.

Nel febbraio 2010 è stato inoltre condannato dalla Corte dei Conti ad un risarcimento di 5 milioni di euro per aver deliberato con trattativa privata ben 449 appalti, che avrebbero causato un maggiore esborso di 320 miliardi di lire durante il suo mandato da Ministro dei Lavori Pubblici: “Sono nullatenente - dichiarò dopo la sentenza - al massimo possono pignorarmi un quarto della pensione”.

In politica sono tuttora attivi i suoi figli: Ettore, presidente di Coldiretti a Brescia e in Lombardia, e Giovanna, presidente di Brixia Forum, la società a cui fa capo la fiera di Brescia. 
 

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • "Guido io, il mio amico ha bevuto": ma è ubriaco, drogato e senza patente

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Crolla a terra mentre fa la spesa, le sue condizioni sono disperate

Torna su
BresciaToday è in caricamento