Villaggio Prealpino: cittadini, Acli e Comitato Ambiente contro il Pgt

"Il Pgt prevede che qui arrivino colate di cemento". Nuovi complessi residenziali in fase di progetto, poi tanti nuovi parcheggi in vista della metro. E gli spazi vuoti? "Immobili invenduti, non serve continuare a costruire"

Giorni agitati al Villaggio Prealpino in zona Bovezzo in vista della recente approvazione del nuovo Pgt cittadino. Come anticipato mesi fa da associazioni e comitati anche nella zona periferica della città di Brescia si intravede il rischio concreto dell’arrivo di nuove e importanti colate di cemento: alcune funzionali alla contemporanea realizzazione del MetroBus, altre di tipo puramente residenziale, forse nell’ottica di quel progetto già avanzato dal Comune secondo cui la Leonessa d’Italia e i suoi quartieri interni e confinanti dovrebbero crescere di circa 20mila unità nei prossimi anni.

Le zone che si possono definire critiche sono più di una. In primis Via Conicchio, dove dovrebbero sorgere sia il complesso residenziale Borgo Giardino (con una cinquantina di appartamenti) che un altro agglomerato di duplice funzione, e dunque anche commerciali. Nuove case anche nella zona adiacente al cimitero, altri investimenti sulla Triumplina e una possibile nuova torre. Poi i parcheggi della stazione MetroBus. “Capiamo bene che ci sono esigenze che non possono essere ignorate – ha dichiarato Bruno Massaro, presidente del Comitato per la Salute e l’Ambiente Prealpino Bovezzo – ma la nostra paura vera è quella di essere sommersi dal cemento”.

“Quello che non comprendiamo è come mai ci siano così tanti immobili e appartamenti invenduti e nonostante questo la nuova volontà di costruire. Ci chiediamo se sia il caso di continuare”. Un pensiero diffuso tra i cittadini del quartiere, e dell’intera zona, che sembrano non cogliere però le rassicurazioni che arrivano dalla sede della Circoscrizione Nord. E così anche dall’Associazione Cristiana Lavoratori Italiani del Villaggio qualche voce contraria.

“Abbiamo tutte le ragioni di crederlo, e anzi ne siamo convinti – ha spiegato giorni fa Giuseppe Bianchi, da sempre nelle Acli – che questo Pgt preveda che qui arrivino colate e colate di cemento”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento