Brescia-Torino 1-0. Zambelli e «sarcinesca» Arcari: gara da record

Una rete del capitano, con la complicità di Darmian, porta il Brescia a soli tre punti dai playoff. Mentre Arcari polverizza ogni record di imbattibilità, e salva il risultato con due parate strepitose nel finale di gara

Una partita da incorniciare quella tra Brescia e Torino, partita bellissima per il pubblico, partita bellissima per la classifica biancoblu. Il Brescia vince 1 a 0 grazie a un gol di Marco Zambelli (con complicità di Darmian), il Brescia porta a casa tre punti importantissimi e che valgono come pass per giocarsi i playoff fino alla fine, sapendo di non essere più una semplice outsider. Arcari polverizza ogni record, della Serie B moderna, del suo predecessore bresciano degli anni ’30, della stagione europea in corso. Strepitoso anche De Maio, il migliore, bravissimo Piovaccari, che entra in corsa e cambia il match.

IL MATCH – Bellissimo sole a Brescia anche se manca il pubblico delle grandi occasioni. L’ora di pranzo è pur sempre l’ora di pranzo, e con una domenica così lo spiedo è quasi d’obbligo. Conto alla rovescia per il record di Arcari: la partita fino ad allora sembra bloccata, quasi per tacito accordo. Ci provano da fuori El Kaddouri prima e Jonathas poi, ma in men che non si dica i minuti volano, e Arcari polverizza prima il record della Serie B moderna (di Buffon) e poi il record storico per il Brescia, superando i 749 minuti di Peruchetti datati 1933. Fatto il record si fa la partita, e sono i Granata a farsi notare con tre grandi occasioni, nel quarto d’ora finale. Antenucci da fuori (alto), poi un doppio diagonale di Meggiorini, sempre da destra e sempre di sinistro: Arcari battuto, ma la palla scivola sul fondo, per due volte.

Il secondo tempo è calcio allo stato puro. Due occasioni Toro, Antenucci e Meggiorini, poi un doppio brivido Granata, un cross pericoloso da destra e un (quasi) rigore per un mano evidente di Ogbonna. Ci prova anche El Kaddouri da fuori, poi entra Piovaccari e la partita cambia. Il Brescia più offensivo guadagna metri e campo: prima Benussi quasi se la butta in porta da solo, un minuto più tardi è Zambelli a prendere in mano la squadra, a saltarne due sulla destra e infilare in mezzo dove Darmian stende Piovaccari e devia la palla in gol. Un gol con dedica speciale, un gol che vale tantissimo: Ventura allora ci prova, in campo quattro punte, negli ultimi minuti Arcari legittima il record europeo della Serie B con due interventi da campione su Bianchi e Glik. Occasionissima Brescia, quasi nel recupero, ma prima El Kaddouri e poi Piovaccari non colgono l’attimo fuggente.

POST PARTITA – E con questa sono otto. Mister Calori questa volta non sbaglia nulla, e porta il Brescia nelle zone calde della classifica, trascinato da uno Zambelli straordinario, da un duo (poi trio) d’attacco proprio da promozione, da una difesa impeccabile, con De Maio e Arcari sopra tutti, il suo volo d’angelo al minuto 43 della ripresa è come un bellissimo gol. Tre punti da grande squadra, tre punti che il capitano ha voluto dedicare alla piccola Miriana, con un abbraccio da lontano, per una bimba sfortunata che è morta a soli 5 anni, maledetta leucemia.

LE PAGELLE

LA CLASSIFICA

TABELLINO

BRESCIA-TORINO 1-0

BRESCIA: Arcari, Zambelli, De Maio, Caldirola, Martinez, Dallamano (’78 Daprelà), Salamon (’70 Cordova), Vass (’63 Piovaccari), Mandorlini, El Kaddouri, Jonathas. All. Calori
TORINO: Benussi, Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi, Basha (’76 Sgrigna), Iori, Stevanovic (’83 Surraco), Vives, Meggiorini (’67 Bianchi), Antenucci. All. Ventura

Marcatori: ’66 Zambelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento