Lunga vita al "dolce compartir": quarto compleanno per il Cigar Club Colli Morenici

Alla Corte Francesco di Montichiari il quarto compleanno del Cigar Club Colli Morenici

Foto © Bresciatoday.it

Quarto compleanno per il Cigar Club Colli Morenici, il club di estimatori del fumo lento (il più grande d'Italia: sfiora i 150 iscritti) associato alla CCA, Cigar Club Association: catadores e appassionati sono tornati a Montichiari, alla Corte Francesco, dopo la trasferta estiva di Pozzolengo in cui era stato premiato Graziano Piccinelli, il carabiniere-eroe che ha salvato due donne in rapida sequenza sul lago d'Iseo. Proprio a lui è stata consegnata la tessera onoraria di socio a vita, in buona compagnia: anche il sindaco di Montichiari, Marco Togni, è stato nominato socio “gold”, vita natural durante.

“Ringrazio il presidente Renato Carlo Bianchi e il Cigar Club Colli Morenici – ha detto il sindaco – per l'invito alla cena di festeggiamento del quarto compleanno del club. Non fumo sigari e non assaporo distillati, ma li ringrazio per le opere fatte per la comunità di Montichiari e spero possano contribuire ancora in futuro”. Il riferimento, ricordiamo, è alle raccolte fondi per il restauro di una tela del Moretto, esposta al Museo Lechi, per interventi di restauro agli affreschi delle sale del Castello Bonoris, per le varie raccolte benefiche anche alimentari a sostegno delle persone indigenti.

Il racconto della serata

Aperitivo, cena e dopocena: accompagnati dal fumo di un Bolivar Libertador LCDH, lo special guest della serata, un'esclusiva de La Casa del Habano (in Italia presente solo a Milano, Roma e Napoli) giudicato “un sigaro davvero notevole, dalle dimensioni generose e dal prezzo contenuto”. La marca di sigari cubani Bolivar è stata creata nel 1902 da Josè Fernandez Rocha, e poi ceduta nel 1954 al gruppo Partagas: deve il suo nome all'eroe venezuelano Simon Bolivar. Tutte le vitolas di Bolivar sono prodotte totalmente a mano. Taglio della torta e caffè: per chiudere in bellezza il brandy distillato da Evo, marchio trevigiano che sul prodotto esegue una doppia distillazione, con varie qualità di vini autoctoni. Il brandy viene prima posto in tonneau di quercia, e successivamente in barrique di legni italiani.

Silenzio in sala: tutti gli ospiti

Lunga la lista degli ospiti presenti a Montichiari. Oltre ai già citati Togni e Piccinelli, e al presidente Bianchi, non sono mancati il vicepresidente CCA (la più grande associazione d'Europa) Davide Chiarletti, la presentatrice e responsabile social CCA Silvia Zanovello, il tesoriere CCA Fabrizio Borgioli, da Brescia, Milano e Lugano Gianfranco Romano, Benito Bonatti, Sergio Saibene e Annalisa Petralia, da Vicenza Elia Concetta, da Bolzano Andreas e Sabine Langebner. Show musicale a cura di Saba Carletto, originaria di Remedello e nota per le sue apparizioni televisive, da “Amici” a “Mezzogiorno in Famiglia”.

Dolce compartir, e non solo

Prima di tutto, il “dolce compartir”: il godersi in buona compagnia una fumata di qualità, accompagnata da prodotti enogastronomici altrettanto importanti. E poi l'impegno nel sociale, come abbiamo scritto qualche riga fa. E i risultati di “settore” raggiunti dal Cigar Club Colli Morenici, “che ha il più alto numero di catadores certificati, i sommelier del sigaro – spiega ancora il presidente Bianchi – : ogni anno il club sforna più di una quindicina di Maestri conoscitori del sigaro”. In alto i calici (e i sigari), e alla prossima puntata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento