Caffaro Brescia: dipendenti manifestano contro la chiusura

Cisl: "Noi non stiamo difendendo la Caffaro che ha inquinato ma la Caffaro oggi dà 60 posti di lavoro"

Aperta da uno striscione con l’appello a salvare lavoro e ambiente, si è svolta mercoledì mattina in via Milano una manifestazione dei lavoratori della Caffaro, azienda che l’attuale proprietà vorrebbe chiudere a causa – sostiene – dei costi eccessivi della bolletta energetica.

Chiude la Caffaro?
Una bomba ecologica pronta ad esplodere

I lavoratori hanno voluto sensibilizzare l’opinione pubblica sulla drammatica prospettiva della perdita dei posti di lavoro e dell’abbandono di un importante presidio ambientale a cui l’azienda è stata vincolata dall’accordo sindacale di due anni fa.

«Noi non stiamo difendendo la Caffaro che ha inquinato ma la Caffaro che non inquina e che oggi dà 60 posti di lavoro – commenta al Corriere Enzo Torri, Segretario generale della Cisl – Ripetiamo che i bilanci non sono affatto critici, c’è un prodotto di elevata qualità richiesto dal mercato e il funzionamento dell’azienda evita il disastro ambientale. Valutati tutti questi aspetti ci aspettiamo un intervento a livello governativo».

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento