Strage Piazza Loggia: a uccidere fu una miscela di gelignite e dinamite

E' quanto affermano i periti Romano Schiavi e Alberto Brandone, che in aula hanno ribadito la loro precedente perizia e quanto affermato dal collaboratore Carlo Digilio, cardine dell'inchiesta della Procura

Sono stati sentiti per quasi sette ore dalla Corte d'assise d'appello di Brescia i due periti balistici che redassero la prima perizia sull'ordigno che il 28 maggio 1974 in piazza Loggia provocò la morte di otto persone ed il ferimento di altre cento.

In aula il generale Romano Schiavi ed il professor Alberto Brandone hanno nella sostanza ribadito quanto espresso nella perizia della prima istruttoria che porta la loro firma: ad esplodere in piazza Loggia fu una miscela di gelignite, dinamite e tritolo in bassissima percentuale.

- Strage di Piazza Loggia, Maggi: "Sono innocente, mi perseguitano"

Proprio di dinamite e gelignite parlò il collaboratore Carlo Digilio, cardine dell'inchiesta della Procura. Una versione che è, però, in contrasto con la perizia di Paolo Egidi, Federico Boffi e Paolo Zacchei, che in Corte d'assise di primo grado avevano parlato di un ordigno a base di tritolo.

Determinante per l'inquinamento del teatro dell'esplosione - hanno ribadito Schiavi e Brandone - fu il lavaggio della piazza. La Corte ha, infine, respinto l'istanza con la quale le difese avevano chiesto che venissero riascoltati anche i periti del processo di primo grado in Corte d'assise.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Prima li fa azzannare dal cane, poi investe e uccide i gattini della sorella

  • Cronaca

    Al volante di una Golf senza avere la patente: “Non sapevo che servisse”

  • Cronaca

    Cade dal carro per il rogo della 'vecchia' e batte la testa: soccorso dall’eliambulanza

  • Economia

    Nuovo maxi-stabilimento: 100 milioni di euro per 100 posti di lavoro

I più letti della settimana

  • “Vino di lusso, a 90 euro a bottiglia”: ma il ristoratore chiama i carabinieri

  • Incidente a Calvagese della Riviera: morti Marco Cioccarelli e Alessandro Giuliani

  • Tragedia in casa: ragazza non risponde ai familiari, i pompieri la trovano morta

  • Marco e Alessandro, tra sogni e ricordi: due giovani vite spezzate troppo presto

  • Ragazzo si accascia sul volante e muore mentre guida: aveva soltanto 28 anni

  • Ambra senza filtri sull'ex: "Renga? Complicato vivere vicini, ma sa farmi ridere"

Torna su
BresciaToday è in caricamento