Sarnico: morto Antonio Rech, custode di Villa Faccanoni

L'uomo, da tutti conosciuto in paese, lavorava come custode della villa da oltre mezzo secolo

Villa Faccanoni

Il corpo senza vita di un uomo di 84 anni è stato ripescato dalle acque del lago d'Iseo, all'altezza di Sarnico (Bergamo).

La vittima si chiamava Antonio Rech, da oltre mezzo secolo custode di Villa Faccanoni a Sarnico. Originario di Seren del Grappa, lavorava da decenni come giardiniere delle sorelle Faccanoni, tanto che a Sarnico era noto solo come 'l'Antonio della villa' o 'il Veneto'.

Lago d'Iseo: annega per salvare la moglie
davanti agli occhi delle figlie


Da giovane aveva lavorato in Belgio, Olanda, Argentina, per poi rientrare in Italia dove trovò occupazione a casa di una famiglia di milanesi, prima del trasferimento alla Villa Faccanoni di Sarnico.

Non è chiara la causa del decesso: sul posto ci sono carabinieri, vigili del fuoco e il medico legale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento