Operaio morto sui binari, le ipotesi di reato: omicidio e lesioni colpose

Inquirenti al lavoro per risalire ad eventuali responsabilità per la tragedia sui binari di venerdì notte: lunedì pomeriggio i funerali di Nicola Franchini, morto a soli 34 anni. S'indaga per omicidio e lesioni colpose

Omicidio e lesioni colpose: sono queste le due ipotesi di reato avanzate dalla Procura a margine della tragedia sui binari di Rodengo Saiano, nella notte tra venerdì e sabato, in cui ha perso la vita il 34enne Nicola Franchini di Iseo. Ha lasciato la moglie Gaia, e due figli di 4 e 6 anni: in centinaia lunedì pomeriggio ai suoi funerali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In quella notte mai così buia è rimasto gravemente ferito anche il 32enne Francesco Fusari, collega di Nicola alle Ferrovie Nord. Non è in pericolo di vita, ma è ancora ricoverato in ospedale (al Civile) in prognosi riservata: avrebbe riportato lesioni gravissime a gambe e bacino, ancora adesso è in coma farmacologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte, gravissimi tre ragazzi: uno è stato sbalzato fuori dall'abitacolo

  • Lombardia, la nuova ordinanza: via la mascherina all'aperto

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

  • Coronavirus, nuova allerta: ragazzo positivo al grest, tamponi e isolamento per tutti

  • Coronavirus, firmato il nuovo Dpcm: tutte le novità fino al 31 luglio

Torna su
BresciaToday è in caricamento