Ragazza pakistana: dopo la denuncia, torna tra i banchi di scuola

La Questura comunica che da lunedì 18, la diciannovenne tornerà regolarmente in classe. I familiari però, confermano le assurde motivazioni che l'hanno tenuta lontano dall'istituto professionale

Il caso, almeno per ora, è chiuso. La ragazza pakistana di 19 anni ritirata dai genitori da scuola perché “troppo bella” tornerà infatti a frequentare l'istituto professionale a cui è iscritta. A comunicarlo è stata la Questura di Brescia, nel corso di una conferenza stampa, dopo che nella scorsa notte si era tenuto un vertice con il console pakistano a Milano, il capo della Squadra mobile della Questura di Brescia, Riccardo Tumminia, i rappresentanti di un' associazione pakistana, i rappresentanti della Cgil di Brescia, la ragazza e i suoi familiari.

La riunione si è conclusa con la lieta notizia, anche se i familiari nel corso della stessa avrebbero confermato che il motivo del ritiro era dovuto all'avvenenza della 19enne e al fatto che possibili corteggiatori potessero rappresentare un problema in vista di un eventuale matrimonio combinato nel Paese d'origine.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Tragico infortunio mentre lavora nel bosco, muore papà di tre bimbi piccoli

  • Esce di casa e scompare: ore d'ansia per un bimbo di 10 anni

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: lascia marito e figlie

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

Torna su
BresciaToday è in caricamento