Omicidio di Calvisano: Vito D'Angelo si avvale della facoltà di non rispondere

Vito D'angelo, 46 anni di Castel Goffredo, ha sparato al fratello 34enne dell'ex fidanzata, uccidendolo con 4 colpi d'arma da fuoco all'interno del capannone di un'azienda agricola. Da tre giorni è rinchiuso nel carcere di Mantova

L'interrogatorio di convalida del fermo per Vito D'Angelo, l’uomo che la notte della vigilia ha ucciso a colpi di pistola Luca Zanella, è durato poco meno di cinque minuti. D'Angelo, da tre giorni rinchiuso nel carcere di Mantova, davanti al gip si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Risultato autopsia: Zanella ucciso mentre era di spalle

Intanto continuano le ricerche dell’arma, una pistola 9x21 regolarmente detenuta con porto d’armi per uso sportivo. L'omicida ha raccontato di averla gettata nel Chiese in seguito all’omicidio.

Calvisano: vigilia di sangue, uccide il fratello dell'ex-fidanzata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

  • Triumplina 43: la maxi-piazza commerciale con negozi, supermercato e ristoranti

Torna su
BresciaToday è in caricamento