Adro: il sindaco Lancini resta agli arresti domiciliari

Respinta la richiesta di revoca presentata dall'avvocato Luigi Frattini, legale del primo cittadino leghista

Oscar Lancini, sindaco leghista di Adro resta ai domiciliari. Il Gip del Tribunale dei Brescia Cesare Bonamartini ha infatti respinto la richiesta di revoca della misura cautelare presentata dal legale di Lancini, l'avvocato Luigi Frattini.

Restano ai domiciliari anche l'assessore ai Lavori pubblici Giovanna Frusca e il responsabile dell'area tecnica Leonardo Rossi. Ieri il Gip aveva invece rimesso in libertà il segretario comunale di Adro, Carmelo Bagalà, per gravi problemi di salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento