Acqua in faccia all’arbitro: squalificato allenatore del Sellero

Storie di calcio provinciale, nel cuore della Valcamonica: nel corso della partita degli Allievi tra Sellero e Pontoglio l'allenatore della squadra di casa spruzza d'acqua l'arbitro, che sospende la partita e lo squalifica "considerando la stagione invernale"

Non ha accettato la decisione dell’arbitro, durante la gara valida per il campionato Allievi tra Sellero e Pontogliese. Eppure i ‘suoi’, i ragazzi camuni che quella domenica giocavano in casa, stavano pure conducendo la gara con un gol di vantaggio.

Ma il mister non ci ha visto più: entrato in campo per aiutare un calciatore a terra dopo un intervento falloso, si è lamentato con il direttore di gara, ha pure alzato un po’ la voce. L’arbitro lo ha intimato ad allontanarsi, l’allenatore gli ha risposto spruzzandogli in testa, e in faccia, l’acqua contenuta in una borraccia.

Una scena forse divertente, anche per gli spettatori, ma solo per qualche istante: perché il direttore di gara, di punto in bianco, ha deciso di sospendere la partita. Momentaneamente rinviata, in realtà non si giocherà più.

Il Giudice Sportivo ha infatti deciso per la sospensione definitiva, e l’assegnazione dei tre punti per la squadra ospite, con tanto di sconfitta a tavolino per i ‘locali’ del Sellero. A cui si aggiunge una lunga squalifica per il mister dei ragazzi, che dovrà stare lontano dai campi fino al prossimo febbraio. Si legge nel comunicato ufficiale: "Decisione presa considerando la stagione invernale". In estate, magari, la doccia sarebbe stata ben accetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento