Post Bari e i problemi fuori casa. De Maio: "Serve più equilibrio"

"Fuori casa cerchiamo come al solito di fare la partita, ma non manteniamo per tutti i 90’ l’equilibrio necessario”

Ripresa degli allenamenti per il Brescia Calcio dopo la gara di lunedì contro il Bari. Prima della seduta pomeridiana, il difensore del Brescia Calcio Sebastien De Maio ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del centro sportivo San Filippo.

Sebastien De Maio, dall’inizio di stagione il Brescia fa molto bene in casa ma fatica a fare punti in trasferta…
“Onestamente non so perche questo avvenga. Giochiamo sempre nel solito modo, sia al Rigamonti che fuori; cerchiamo di fare la partita in casa come in trasferta. Forse è per questo che lontano dalle mura amiche non abbiamo raccolto molto. Cercando di fare la partita non manteniamo per tutti i 90’ l’equilibrio necessario.”

La carenza di punti in trasferta può essere risolta con un cambio di modulo, magari con un sistema più difensivo?
“Non lo so. Queste sono domande da fare al mister. Spetta a Calori decidere se cambiare modulo o no. Comunque, al di là dei risultati, con questo sistema stiamo giocando molto bene. E sono convinto che i risultati arriveranno.”

Cosa deve fare questo Brescia per migliorare?
“Serve una maggiore concentrazione. Con il lavoro quotidiano miglioreremo. Mancano sempre molte partite al termine della stagione e niente è ancora compromesso.”

Subire così tanti gol in trasferta può esser dovuto al lavoro stancante degli esterni che per 90’ devono coprire tutto il campo e a volte non riescono a fare la fase difensiva?
“Non penso. I nostri esterni giocano in egual modo sia in trasferta che in casa. Sappiamo che se un esterno si spinge in avanti, un centrocampista deve scalare in copertura. Guardando alla gara di Bari, è stata una questione di equilibrio: abbiamo concesso troppe volte il contropiede agli avversari.”

Lo scorso anno ha disputato una grande stagione giocando da difensore centrale. Quest’anno sta giocando come centrale di destra. Come si trova in questa posizione?
“E’ vero: l’anno scorso ho fatto bene schierato da centrale in una difesa a 3. Quest’anno finora sono stato schierato come centrale destro anche per le caratteristiche dei miei compagni di reparto, ma non trovo particolari difficoltà.”

Generalmente, in difesa c’è qualcuno che comanda i movimenti del pacchetto arretrato… Chi ha questo compito quest’anno?
“Ci aiutiamo a vicenda. Non c’è un leader come potevano essere negli anni passati Bega o Zoboli. Stovini è il calciatore con maggiore esperienza; Salamon gioca da poco in questo ruolo ma sta migliorando velocemente: siamo un gruppo ben assortito.”

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

Torna su
BresciaToday è in caricamento