Alla scoperta del Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Lago d'Iseo

Escursioni facili e difficili, a due passi dalle grotte e dalle meraviglie nascoste di Bueno Fonteno: il Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Sebino

Foto da progettosebino.com

Non lontano dalle profondità e dalle meraviglie di Bueno Fonteno, a pochi passi dal lago d'Iseo, esiste un altro gioiello nascosto, un sentiero escursionistico (difficoltà media) chiamato “Il Sentiero delle Grotte”, promosso dall'associazione Sebynica e finanziato da Fondazione Comunità Bergamasca, Comune di Fonteno, Comune di Endine Gaiano e Legambiente Alto Sebino. L’obiettivo è coinvolgere l'escursionista nella storia dell’associazione "Progetto Sebino" e delle sue esplorazioni lungo un sentiero che tocca i luoghi e gli aspetti più significativi e aggiornati delle ricerche, nel totale rispetto degli ecosistemi superficiali e sotterranei.

Sulla pagina visitlakeiseo.info è possibile scaricare la mappa dettagliata, il volantino e i punti di sosta: qui sono presenti dei pannelli informativi che puntano al coinvolgimento “portando fuori dalla grotta: un modo diverso di proporre una fruizione turistica del mondo sotterraneo, a impatto zero sotto il profilo ecologico”. Tutte le tappe del sentiero possono essere raggiunte partendo da Valmaggiore, frazione di Endine Gaiano, o da Fonteno, con differenti difficoltà e tempi di percorrenza. Vediamo nel dettaglio i percorsi che compongono il Sentiero delle Grotte.

Il percorso Meteo Basso

Il percorso "Meteo basso" consente di apprezzare gli "ingressi bassi" del sistema carsico, da cui ha avuto inizio l'avventura esplorativa degli speleologi, e le principali caratteristiche di un territorio connotato da un carsismo profondo, con indizi leggibili già dalla superficie. È un percorso poco impegnativo, ideale per le famiglie e per chi vuole dedicare all'escursione mezza giornata. È preferibile partire dalla piazza di Fonteno.

  • Difficoltà bassa
  • Lunghezza 2,5 km
  • Percorrenza fino a Bueno Fonteno circa 1 ora; fino a Nueva Vida circa 2 ore
  • Ritorno da Nueva Vida circa 1 ora
  • Durata complessiva circa 4/5 ore (a media andatura con soste)
  • Fruibile tutto l'anno ma consigliato in estate

Il percorso Meteo alto

Il percorso “Meteo alto” è consigliato per chi vuole raggiungere i remoti accessi del complesso situati sul Monte Sicolo, godendo di fantastici panorami che spaziano dal Lago d'Iseo alla Val Cavallina. Si può partire dalla frazione Valmaggiore di Endine Gaiano o da Fonteno.

Dal Comune di Endine si risale il versante settentrionale della Valle di Fonteno, in mezzo ad una natura impervia e incontaminata e, passando attraverso imponenti affioramenti calcarei a strapiombo sulla Val Cavallina, si può giungere alla cima del Monte Sicolo (G). In tal caso il consiglio è di percorrere all'andata la tratta che tocca il punto (I) in mappa, per poi tornare lungo quella che raggiunge il punto (H). 

  • Difficoltà media
  • Lunghezza 7 km fino al pannello (G)
  • Andata circa 3/4 ore e ritorno circa 3 ore (a media andatura con soste)
  • Fruibile tutto l'anno ma consigliato in autunno-inverno

Da Fonteno invece si suggerisce di seguire la mulattiera transitando fino ai punti di sosta (E)-(F)-(L) per poi risalire il versante fino al punto (G). Tuttavia in questo caso è altamente consigliata anche la deviazione fino al punto (H). 

  • Difficoltà media
  • Lunghezza 5 km fino al pannello (G)
  • Andata circa 3/4 ore e ritorno circa 2 ore (a media andatura con soste) - con deviazione fino al punto (H) 2 ore aggiuntive
  • Fruibile tutto l'anno ma consigliato in autunno-inverno

Il percorso Traversata

Il percorso “Traversata” è consigliato per chi ha a disposizione un'intera giornata e vuole percorrere le tappe più importanti della ricerca apprendendo i concetti che fondano la disciplina speleologica.
Con una buona andatura è possibile percorrere l'intero circuito a “otto” in circa 14 ore (comprese le soste), sia partendo da Fonteno che da Endine Gaiano. In tal caso l'escursione comporta il superamento di circa 1800 metri di dislivello in ascesa, ma consente di tornare al punto di partenza prescelto. Troppo impegnativo? Allora è possibile partire da Endine Gaiano ed arrivare a Fonteno (o viceversa).

Partendo da Endine Gaiano si percorre la tratta che tocca il punto (H) del percorso e si prosegue fino al punto (G). Si ripercorre a ritroso il tratto di sentiero fino al bivio per il punto (H) ma si ridiscende fino alla mulattiera (Strada Verde) per raggiungere l’ingresso di Nueva Vida (C). Si prosegue poi in discesa toccando il punto (F), il gabbiotto con i punti (E)-(D)-(L) per giungere alla deviazione che conduce all'ingresso di Bueno Fonteno (B). A quel punto si risale fino alla Strada Verde per poi arrivare a Fonteno (A). 

  • Difficoltà elevata
  • Lunghezza 8,5 km
  • Dislivello 900 m
  • Durata complessiva circa 9 ore

Da Fonteno si segue la Strada Verde fino al gabbiotto con i punti (E)-(D)-(L). Si prende la deviazione per Bueno Fonteno (B), poi si torna nuovamente indietro e si prosegue fino al punto (F) per poi imboccare la deviazione per Nueva Vida (C). A quel punto si prosegue in ascesa fino alla cresta del Monte Sicolo (G). Si torna a ritroso proseguendo verso il punto panoramico (H) e da qui fino a Valmaggiore. 

  • Difficoltà elevata
  • Lunghezza 8,5 km
  • Dislivello 660 m
  • Durata complessiva circa 9 ore

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Donna trovata morta nel canale: potrebbe essere stata uccisa

  • Uccisa e fatta a pezzi dal marito: "Conosceva il suo tragico destino"

Torna su
BresciaToday è in caricamento