Brescia: mostra personale di Zaven Karapetyan

La galleria Architettura Arte Contemporanea è lieta di presentare "LIVE2014" mostra personale di opere inedite dell'artista armeno Zaven Karapetian, in arte Zaven Nevaz fino al 31 |10 | 2014 dal mart al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o su appuntamento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Mostra: "Zaven Karapetyan" in arte Zaven Nevaz,
LIVE_2014 da martedì a sabato
dalle 15.30 alle 19.30 o su appuntamento
da Architettura Arte Contemporanea
in via Antonio Bazzini 5-7
Dove: Brescia
Quando: dal 11 al 31 ottobre 2014
info: +39 030 3761060
e-mail: info@architetturaartecontemporanea.com
sito ufficiale: www.architetturaartecontemporanea.com
----------------------------------------------------

La galleria Architettura Arte Contemporanea è lieta di presentare "LIVE2014" mostra personale di opere inedite dell'artista armeno Zaven Karapetian, in arte Zaven Nevaz, per sottolineare la capacità che ha di ripiegarsi dentro l'animo umano e riflettere sulla propria natura e delinearne un percorso attraverso la verità dell'arte.

E' una attenta riflessione sul mondo quella che Zaven traduce in forza e quindi in colore, trasmesso con l'impeto del gesto con pennelli e spatole, per cogliere quell'attimo breve ed interminabile e fissarne l'essenza del segno. Lo spessore della materia, nell'interpolazione tra colori primari, si mescola tra strati sovrapposti, componendosi e ricomponendosi fino al punto in cui la tela diventa luogo di creazione e concepimento.

Quella stessa gestualita' che intercorre tra la tela ed il colore trova l'esatta conformazione quando fissandosi staticamente sulla superficie la impressiona, come una pellicola fotografica attraversata dalla luce, permettendo cosi'all'anima di rappresentarsi e rendersi visibile al mondo che la contiene.

Colore come parole che parlano e scrivono frasi il cui senso raggiunge l'interno dall'esterno, il bianco dal nero. E'quella parte interiore che parla raccocontando il complesso vissuto che separa microcosmo da macrocosmo, miniature da possenti pennellate, luogo dove il gesto misurato e sottile si dilata nell'impatto travolgente del tempo.

In questo modo, nelle opere di Zaven, tempo e materia si incontrano attraversando lo spazio per fermarne un frammento che racconta l'intera esistenza di quell'anima che stenta a farsi vedere e riconoscere ma che invece parla eloquentemente attraverso l'opera d'arte.

Un perfetto equilibrio tra realismi figurativi e trasformazioni astratte culminanti in un linguaggio simbiotico tra rappresentazione di un mondo apparente ed il suo profilo indefinito, intangibile, in continuo movimento, etereo ed eterno.

Torna su
BresciaToday è in caricamento