Un libro, per piacere: 29 serate per scoprire il fascino della lettura

Prende il via, il 19 luglio a Castegnato, la quattordicesima edizione di Un libro, per piacere!, rassegna di letture spettacolari e incontri con l'autore organizzata dal Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano.

Il calendario completo della rassegna è accessibile a partire da qui: http://bit.ly/UnLibroPerPiacere_2017

Prende il via, il 19 luglio a Castegnato, la quattordicesima edizione di Un libro, per piacere!, rassegna di letture spettacolari e incontri con l’autore organizzata dal Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano. Il tema conduttore di quest'anno è Scelte. 

Come sempre l'obbiettivo della manifestazione è quello di trasmettere un'idea di lettura come momento di piacere, di emozione e di crescita personale, con lo sguardo focalizzato sulle storie (da leggere, da ascoltare, da raccontare), perché ascoltare storie è sempre un bisogno, per tutti.

Le storie della nuova edizione della rassegna sono anche un invito a sviluppare riflessioni, perché il tema delle scelte riguarda la vita di ognuno, l'ambiente, il territorio, la società. “Un libro, per piacere!” accompagnerà gli spettatori per la parte finale del mese di luglio, riprenderà poi il 31 agosto e proseguirà nei mesi di settembre e ottobre, concludendosi con le ultime, speciali, serate dei primi di novembre. 

Gli eventi estivi offriranno al pubblico location particolarmente suggestive per godere appieno della piacevolezza delle serate. Si parte a Castegnato, il 19 luglio, sotto il portico dell'Azienda agricola F.lli Esposto, con Barbara Pizzetti accompagnata dal musicista Andrea Bettini a raccontarci storie di mare (Andar per mare). La seconda serata è quella di Chiari del 20 luglio, nel bellissimo quadriportico della Biblioteca Comunale Fausto Sabeo dove Gabriella Tanfoglio, Davide Bonetti e Roberto La Fauci ci racconteranno de La grande seduttrice. L'avventurosa vita di Mata Hari. 

A ruotare attorno al tema delle Scelte saranno tutti i reading che, come sempre, verranno proposti da ottimi attori e attrici accompagnati da altrettanto ottimi musicisti. Quanto mai articolate e diversificate le serate, nei temi e nelle formule: Barbara Mino, la direttrice artistica di “Un libro, per piacere!” ha raccontato qualche particolare degli eventi più attesi, come le letture di Luciano Bertoli, ormai ospite affezionato della rassegna, focalizzate su testi indimenticabili (Open di A. Agassi, Le memorie di Adriano della Yourcenar), o il  concerto-lettura di Piergiorgio Cinelli dedicato ad una rivisitazione delle fiabe, passando per la conferenza-concerto dedicata alla vita di Beethoven, con Andrea Faini e Giovanni Colombo. Serate che sono al contempo un insieme di parole, musica e immagini che ha sempre al centro il libro e le sue storie: se è innegabile la difficoltà a trasmettere il “piacere di leggere”, è altrettanto innegabile che il pubblico presente alle serate della Rassegna è incantato dalla “voce” dei libri che vengono letti, che forse è la cosa che meglio riesce a promuovere l'esperienza della lettura. Le fa eco il direttore del Sistema Bibliotecario, Fabio Bazzoli, che esprime soddisfazione per ciò che ancora una volta è stato organizzato: cooperare, fare rete, è l'unico modo efficace per promuovere la lettura, attività sempre più difficile, come dimostrato dalle statistiche nazionali sulla quantità di lettori abituali, dati che fortunatamente a Brescia sono migliori che altrove, dando qualche soddisfazione sull'esito del lavoro fatto e al contempo spronando tutti a fare ancora di più.

Gli incontri con l'autore saranno concentrati alla chiusura della rassegna. Il 20 ottobre a Castrezzato il filosofo Ermanno Bencivenga terrà un interessantissimo incontro su un tema di straordinaria importanza: come i nuovi media stanno gradualmente riducendo la nostra capacità di ragionare e pensare in modo approfondito, un problema ormai ampiamente suffragato da numerose indagini scientifiche. Il 3 novembre, nell'auditorium San Salvatore di Rodengo Saiano, sarà possibile incontrare Nicolai Lilin, autore noto al grande pubblico soprattutto grazie a Educazione siberiana, che continua a catturaci con le storie dure e intense della sua Siberia. Il 7 novembre Anilda Ibrahimi chiuderà in bellezza la Rassegna. Rosso come una sposa (2008) è stato il suo splendido e premiatissimo romanzo d'esordio, a Castel Mella presenterà Il tuo nome è una promessa, il suo ultimo romanzo dove, ancora una volta e con la consueta maestria, ci parla di legami affettivi, di storie spezzate e storie da ricucire, sullo sfondo della persecuzione razziale del periodo nazi-fascista.

Anche in questa quattordicesima edizione si rinnova il felice legame tra Un libro, per piacere! e la Rassegna della Microeditoria che porterà nelle biblioteche del Sistema i vincitori dell’ultima edizione del Concorso Microeditoria di Qualità. Il filo rosso che lega i due eventi è sottolineato dalla presenza di Paolo Festa (curatore del Premio Microeditoria di Qualità e Presidente dell'associazione L'Impronta) che da lettore esperto dialogherà con tutti gli autori ospitati nelle biblioteche.

Anche il legame con Fondazione Cogeme si approfondisce, collocandosi sulla scia del progetto Biblioteca chiama Terra, un complesso di iniziative a partire dalla Giornata della Terra (22 aprile) che sta mobilitando le biblioteche del Sud Ovest e dell'Ovest Bresciano, intorno ai temi della sostenibilità, del riciclo e dell’economia circolare. Le serate caratterizzate da questi temi sono un esempio di questa fondamentale azione di sensibilizzazione, e prevedono – come spiegato da Daniela Mena, consigliere di Fondazione Cogeme Onlus – momenti di svago non slegati dalla riflessione sul futuro che attende il nostro pianeta. Nella veste di direttore artistico, Daniela Mena ha precisato inoltre che ormai la promozione della Rassegna della Microeditoria Italiana avviene lungo tutto il corso dell'anno, trasformando il singolo evento in un percorso che coinvolge attivamente il cittadino. Oltre alle ormai consuete serate di presentazione degli autori vincitori del Concorso Microeditoria di qualità, nella quattordicesima edizione di “Un libro, per piacere!” troverà spazio una interessante serata di dialogo con due micro-editori, il bresciano Marcello Zane e Anita Molino, che è anche presidente di Fidare (Federazione Italiana degli Editori Indipendenti). Un'anticipazione del tema della Microeditoria, “I mestieri del libro”, che inizierà pochi giorni dopo la fine di “Un libro, per piacere!”.  

Dopo le felici collaborazioni, nate nelle scorse edizioni, con realtà d'eccellenza presenti nei comuni del Sistema Bibliotecario, si ripropongono alcune serate che alla lettura faranno seguire un momento conviviale, piccoli assaggi e degustazioni offerte da alcune aziende del territorio.

«Le biblioteche sono un formidabile moltiplicatore di energie e relazioni fra tutte le realtà, culturali e anche economiche, del proprio territorio – osserva la Presidente del Sistema bibliotecario, il Sindaco di Castelcovati Camilla Gritti – e mettono a frutto le esperienze di cooperazione che sono state fra le prime istituzioni locali a perseguire con metodo e continuità. Ci tengo molto a ringraziare tutti i bibliotecari del Sistema che collaborano affinché la manifestazione si svolga nel migliore dei modi. Mi fa particolarmente piacere invitare il pubblico, che spero sia numeroso, ancor più del solito, in quelle che promettono di essere belle serate da vivere in contesti particolari e ricchi di fascino».

L'assessore alla Cultura del Comune di Chiari, Laura Capitanio, ringraziando sponsor e collaboratori della Rassegna ribadisce che «Il Comune di Chiari considera la rassegna sistemica uno dei suoi fiori all’occhiello, vedendovi una piena realizzazione del principio di collaborazione ad ampio raggio fra realtà culturali e associative che ispira l’azione dell’amministrazione. Il fatto che la prima parte della manifestazione si svolga d'estate è positivo per tutti coloro che vogliono trascorrere serate all'insegna di un divertimento arricchente e piacevole. Ci tengo molto a ringraziare gli sponsor – ha proseguito Capitanio – che in periodi tutt'altro che semplici hanno deciso, a ragione, di credere nella Rassegna, sintomo che si tratta di un evento di qualità riconosciuta. Il Comune di Chiari farà di tutto per dare la più ampia visibilità alla manifestazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento