Porte chiuse al polo logistico: 170 persone rischiano di perdere il lavoro

Dopo le proteste dei giorni scorsi, in cui sono rimaste ferire due persone, i sindacati e i 170 lavoratori del polo logistico AF Logistics di Soresina stanno valutando le prossime mosse. La Finiper - azienda proprietaria - ha infatti deciso di trasferire l’attività altrove

Bloccato il magazzino Af Logistics a Soresina (fonte Unione Sindacale di Base)

Indietro non si torna: l’azienda proprietaria del magazzino Af Logistics di Soresina ha ormai deciso di trasferire l’attività altrove e 170 persone rischiano di restare senza lavoro. Il contratto d’appalto tra la cooperativa per la quale operano i lavoratori e la società Finiper è infatti cessato, e per ora i vertici dell’azienda non hanno fornito indicazioni sul futuro dei facchini.

Le proteste dei lavoratori e dei sindacati (Cobas, Usb e Cgil) sono durate una ventina di giorni e non sono mancati i momenti di tensione: la scorsa settimana è intervenuta la polizia per sgomberare i manifestanti che avrebbero bloccato le operazioni di carico e scarico delle merci, impedendo a chi non aderiva alla protesta di lavorare. Durante lo sgombero era stato utilizzato un fumogeno e due lavoratori erano finiti in ospedale: uno per aver accusato un malore, l’altro per una rovinosa caduta.

Le proteste non sarebbero finite: sindacati e lavoratori stanno valutando il dà farsi, in attesta degli incontri dei delegati con il sindaco Diego Vairani e i vertici i Finiper. Resta ancora da capire quanti dipendenti la società ha intenzione di trasferire nel nuovo polo logistico, che potrebbe trovarsi in provincia di Bergamo o nel Lodigiano, e l’entità della buonuscita che pare sia disposta a concedere a chi resterà senza lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento