San Gervasio: È iniziata la gara, in palio le azioni di Co.g.e.s

Il 10 luglio chiusura del bando per il servizio di smaltimeto rifiuti di 10 Comuni della Bassa Centrale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

  CO.G.E.S è alla ricerca di un partner. Il primo giugno, presso la propria sede, il Consiglio di Amministrazione ha dato il via libera per la pubblicazione del bando di gara per la vendita di azioni. CO.G.E.S, che si occupa di smaltimento rifiuti, svolge attualmente il servizio in 10 comuni della Bassa Centrale (Bassano, Seniga, San Gervasio, Alfianello, Milzano, Offlaga, Pavone Mella, Cigole, Verolavecchia e Manerbio), annoverando inoltre 57 utenze industriali servite nel territorio.

Attraverso questa operazione si vuole individuare una Società pubblica, operante anch'essa nel settore della raccolta dei rifiuti, che proceda all’incorporazione di CO.G.E.S, pagando il corrispettivo dell’acquisto mediante concambio azionario e liquidando quei soci che invece non parteciperanno al progetto di fusione (Verolanuova, Leno, Gottolengo, Gambara, Pralboino, Fiesse). Il Presidente Samuele Alghisi, insieme al Vicepresidente Michele Sbaraini, si dice molto soddisfatto del la

voro fin qui svolto illustrando i termini del progetto: “Dopo tre lunghi anni di impegno con lo scopo di risanare CO.G.E.S, ripulire i bilanci e rilanciarne la mission di Società dei servizi del territorio della Bassa Centrale, abbiamo deciso di cercare una soluzione di integrazione industriale con un altro partner pubblico del settore e non di liquidare per fare semplicemente cassa. Ci interessa di più migliorare i servizi, difendere i posti di lavoro e valorizzare la nostra sede operativa, qui vicino ai nostri Comuni”. In questi anni la piccola multiutility ha infatti riorganizzato significativamente i propri servizi, investendo sulla raccolta differenziata, ha consolidato i rapporti con i comuni prolungando i contratti di servizio con una parte degli stessi; ha intrapreso importanti progetti di realizzazione e sistemazione di isole ecologiche per i Comuni del proprio territorio. Si è inoltre conclusa recentemente un'operazione con la BCC Agrobresciano che ha concesso un mutuo di 450 mila euro finalizzato proprio alla realizzazione di queste importanti infrastrutture ambientali dimostrando così come CO.G.E.S abbia recuperato credibilità e forza rispetto al sistema economico territoriale. La valorizzazione di CO.G.E.S è stata determinata dagli amministratori in 1,6 milioni di euro grazie all'ausilio di advisors qualificati: il Prof. Mario Gorlani per gli aspetti legali-amministrativi del procedimento e lo Studio Todeschini/Romagnoli di Cremona per la parte di valorizzazione economico/finanziaria. Il Presidente Alghisi, unitamente al Vicepresidente Sbaraini, sottolinea che: “Questo valore riflette la presenza di CO.G.E.S come gestore del servizio completo in 9 comuni oltre ad una parte delle attività di raccolta nel Comune di Manerbio. Valore che comprende poi l’importanza della sede ed in particolare del capannone di San Gervasio di circa 2.200 mq autorizzato al trattamento e stoccaggio di alcuni materiali nobili della raccolta differenziata, e anche dell’area circostante preziosa per la gestione del parco automezzi composto da circa 30 mezzi, e situato in una posizione strategica per gestire la Bassa Centrale”. La scadenza della procedura per la ricerca del partner industriale è il 20 luglio 2018. Nel frattempo verrà approvato il bilancio 2017 che confermerà il raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario.

Torna su
BresciaToday è in caricamento