Migliori catene alberghiere d'Italia: c'è una bresciana nella Top 10

Blu Hotels, la cui sede operativa è a Cunettone di Salò, si piazza nei primi 10 posti della classifica nazionale delle migliori catene alberghiere made in Italy

San Felice del Benaco, Park Hotel Casimiro (gruppo Blu Hotels)

Trentadue strutture (tra alberghi e villaggi) in tutta Italia, oltre 3500 camere, e oltre un milione di presenze: sono i numeri grazie ai quali l'azienda gardesana Blue Hotels si è piazzata tra le prime dieci strutture alberghiere italiane. Così ha stabilito lo studio condotto da Horwath HTL, presentato nell’ambito del Convegno “Catene alberghiere made in Italy: risultati e prospettive per il 2020”, organizzato da Associazione Italiana Confindustria Alberghi e Università Bocconi.

L'azienda, la cui sede operativa è a Cunettone di Salò, conquista il 4° posto della classifica dei venti brand nazionali per numero di camere (sono 3.372) e al 6° per le performance commerciali sulla base dei profitti registrati negli ultimi cinque anni. Non solo, la catena creata nel 1993 da due giovani imprenditori provenienti dalla famiglia Risatti di Limone sul Garda - Nicola Risatti (Presidente ed Amministratore Delegato) e Fabrizio Piantoni (Consigliere Delegato) - si piazza al primo posto per numero di strutture e al secondo per numero di camere, secondo il ranking 2017 delle catene leisure in Italia realizzato da Horwart HTL.

"Per molto tempo siamo cresciuti aumentando il numero di camere del nostro portafoglio. Da due-tre anni ci stiamo concentrando maggiormente sulla qualità, cercando di potenziare sempre di più le nostre performance, investendo per rinnovare hotel e migliorare servizi. Proprio quest’anno abbiamo destinato circa 10 milioni di euro per ristrutturare le nostre strutture, con un’attenzione particolare per le nostre mete leisure”, ha commentato Nicola Risatti, presidente della catena alberghiera.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Voltaire
    Voltaire

    E figurati se non provenivano da Limone, il comune a gestione legamente più mafiosa (tutto in famiglia, o qualche famiglia riunita) d'Italia. Facendo così hanno potuto creare un impero sulle pelle del loro stesso territorio, ma legamente eh!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Mazzette per le case finite all'asta: arrestati un immobiliarista e un ex dirigente sanitario

  • Economia

    Nel cuore della valle, affacciato sulla ciclabile: il bar-chiosco dei ciclisti cerca un gestore

  • Cronaca

    Una vita per la famiglia e l’azienda, morto l’imprenditore Silvano Antonini

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 24 al 26 maggio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Professore si suicida in palestra, il corpo trovato da due studenti

  • Uccisa da un malore mentre sta pulendo casa: addio a Silvia

  • Auto sbanda in curva, poi la tragedia: chi era la vittima

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

  • Si affaccia alla finestra di casa e precipita per 12 metri: muore bimba di 9 anni

  • Al volante ubriaco dopo un matrimonio, si schianta in auto con i tre figli piccoli

Torna su
BresciaToday è in caricamento