Dal produttore al consumatore: il caffè più buono del mondo parla anche bresciano

I chicchi di caffè di qualità Arabica prodotti dalla Cbi Agropecuaria, di proprietà della famiglia bresciana degli Spada, si è aggiudicato il premio Ernesto Illy in Brasile

Il caffè più buono del mondo parla (anche) bresciano: i chicchi di qualità “Arabica” prodotti negli oltre 6200 ettari di proprietà della famiglia Spada sono stati infatti selezionati tra i migliori del raccolto 2016/2017, nell'ambito del premio internazionale “Ernesto Illy” per il caffè di qualità.

Insieme ad altri tre produttori, tutti dello Stato del Minas Gerais in Brasile, se la giocheranno al campionato mondiale dei chicchi di caffè, in programma il prossimo ottobre a New York. Dovranno confrontarsi con altri 24 produttori (in gara saranno in 27) provenienti da nove diversi Paesi del mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento