Sesso non protetto con ragazzini: arrestato sieropositivo 55enne

Arrestato un invalido civile di Collebeato, pesantissime le accuse

Pagava un sovraprezzo significativo per fare sesso non protetto con ragazzi, consapevole di essere malato di Aids. Un 55enne di Collebeato è stato arrestato ieri dalla Polizia locale di Montichiari con le pesantissime accuse di prostituzione minorile e tentate lesioni. L’uomo, invalido civile, avrebbe già ammesso le sue responsabilità, dichiarando di voler infettare i ragazzi per vendicarsi della sua sorte e del fatto che anche lui, anni fa, è stato contagiato durante un rapporto occasionale non protetto. 

L’incredibile vicenda è venuta alla luce grazie alle indagini contro la prostituzione minorile condotte dalla Polizia locale di Montichiari, guidata da Christian Leali, e ad una perquisizione disposta dal procuratore Ambrogio Cassiani. In casa del 55enne di Collebeato sarebbe stato trovato il certificato che attesta la sua condizione di malato di Aids. In seguito alla notizia, gli inquirenti hanno rintracciato una decina di ragazzi che hanno avuto rapporti con l’untore per metterli in guardia e invitarli a sottoporsi ad analisi del sangue. 

Da quanto è emerso, l’articolo è riportato sulle colonne del Corriere della Sera, pare che il 55enne adescasse i ragazzi, molti dei quali minorenni, su chat erotiche, promettendo denaro in cambio di prestazioni che si consumavano in alberghi a ore della provincia, in zona Montichiari, dove l’uomo registrava solo il suo nome.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento