Traffico di rifiuti e associazione a delinquere: perquisita azienda di Gavardo

E’ stata data esecuzione a un’attività delegata dalla DDA di Firenze per traffico illecito di rifiuti e associazione a delinquere. Tredici le persone indagate e sette aziende coinvolte, tra cui una bresciana

Rottami ferrosi (foto di repertorio)

Rifiuti speciali pericolosi "declassati" per essere movimentati con mezzi non appropriati e portare così ad un grosso risparmio di denaro. Motivo per cui tredici persone, tra titolari di impianti e intermediari, sono indagate per traffico illecito di rifiuti e associazione a delinquere. Sette le imprese coinvolte nell'inchiesta disposta dalla DDA della procura di Firenze. 

L’inchiesta tocca Lombardia, Campania, Puglia, Liguria, Lazio e Toscana. Coinvolta anche una ditta bresciana, la Effedue di Gavardo, specializzata nello stoccaggio di rottami e materiali ferrosi. La ditta è stata destinataria di un’ispezione da parte dei militari.

I rifiuti per cui si indaga sono rifiuti ferrosi rottami e rifiuti legati al comparto delle acciaierie (dichiarati illecitamente come materie prime secondarie o come rifiuti non pericolosi) provenienti sia dall’Italia sia dall’estero.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento