Precipita nel vano ascensore, muore lavoratore 20enne

La vittima è Michele Franchini, 20enne di Stezzano (Bg): per cause in corso d’accertamento, è volato nel vuoto per cinque piani. Nella serata di giovedì il drammatico ritrovamento del cadavere

Miiichele Franchini (Fonte: Web)

Vent’anni. Vent’anni e una vita davanti. Vent’anni e un lavoro in un cementificio. Un lavoro fatale per Michele Franchini, 20enne di Stezzano – Comune della Bergamasca a meno di mezz’ora dal Bresciano – morto giovedì 27 agosto a Comabbio, in provincia di Varese.

Un tragico incidente, un volo di metri, per cinque piani uno dopo l’altro, nel vano dell’ascensore dell’impianto. 

Poi le ricerche, da metà pomeriggio: di Michele non si avevano più tracce. Sino alla drammatica scoperta del cadavere in serata. Michele non respirava già più, e a soccorritori e Vigili del Fuoco non è rimasto che constatare il decesso.

Al vaglio delle Forze dell’Ordine la dinamica dell’incidente. Secondo i primi riscontri, sembra che Michele sia precipitato in un’area dell’impianto in cui sono in corso lavori di manutenzione e ristrutturazione. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

Torna su
BresciaToday è in caricamento