Maltrattamenti e parolacce, bambini a digiuno: tre maestre d'asilo sotto accusa

Tre giovani donne sono accusate di maltrattamenti aggravati in un asilo nido di Rodengo Saiano

Un frame del video dei maltrattamenti © Bresciatoday.it

Sono accusate di maltrattamenti aggravati le tre maestre di un asilo nido di Rodengo Saiano da poche ore finite nei guai dopo l'inchiesta della Polizia di Stato: ai bambini avrebbero rivolto parolacce e spintoni, ma pure umilianti punizioni come il digiuno forzato e niente cambio del pannolino per chi faceva i capricci. Gesti e comportamenti che sarebbero stati ripresi dalle telecamere nascoste posizionate dalla Polizia.

Bambini spintonati a terra:
il video dei maltrattamenti

Shock in paese a Rodengo: tre le maestre a cui è stato imposto l'obbligo di firma (la Procura aveva chiesto gli arresti domiciliari) per aver maltrattato i bambini, ora sono sottoposte alla misura cautelare in attesa del processo. La prima denuncia sarebbe scattata da un genitore, che si sarebbe accorto, a casa, degli strani comportamenti del figlio. Il bimbo si sarebbe dunque sfogato raccontando tutto.

Qual è l'asilo di Rodengo
al centro dello scandalo

Le denunce e gli arresti

Altra denuncia quella presentata da una ex dipendente dell’asilo, che avrebbe appunto riferito dei maltrattamenti delle colleghe. Circostanze che hanno fatto subito scattare le indagini, coordinate dalla Questura. Gli agenti hanno piazzato in tutta la scuola le telecamere nascoste che hanno poi ripreso i misfatti, oltre a “cimici” e microfoni per le intercettazioni ambientali.

Una volta raccolti elementi a sufficienza, dopo circa tre mesi di controlli e registrazioni, è scattato il blitz nell’abitazione delle tre maestre accusate di maltrattamenti. Tutto è successo nelle ultime ore: la situazione è in continua evoluzione. Si attendono nuovi aggiornamenti nel corso della giornata. Nota bene: all’asilo nido i bimbi che frequentano non hanno più di 3 anni.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento