Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

Roberto Noventa si è spento nel giorno del suo cinquantaduesimo compleanno. Lascia la moglie e due giovani figlie. Era noto anche per le sue battaglie ambientaliste

Roberto Noventa (Fonte: Facebook)

Per anni ha lottato in prima linea  per denunciare i gravi problemi ambientali che affliggono il Bresciano: tutta Calcinato piange la scomparsa di Roberto Noventa, noto commerciante del paese. A stroncarlo, a soli 52 anni, è stata una malattia incurabile contro cui ha combattuto con tenacia. Se n’è andato giovedì, proprio nel giorno del suo compleanno, lasciando nel dolore la moglie Giuliana e le figlie Melissa e Milena. 

A Calcinato lo conoscevano in molti, e non solo per l’impegno profuso per portare alla luce i problemi ambientali del territorio dove viveva da diversi anni. Insieme alla moglie gestiva un banco di prodotti gastronomici che era presente nei mercati di tutta la provincia. La sua grande passione erano i cani: oltre a fare l’ambulante gestiva un allevamento di Dogue De Bordeaux.

Decine i messaggi e i ricordi lasciati sulla pagina Facebook di Roberto e dei comitati di cui faceva parte:

“Eri sempre in prima linea con noi per denunciare i gravi problemi ambientali che affliggono il nostro territorio. Non ci fermeremo e porteremo avanti anche per te le nostre battaglie” si legge sulla pagina Facebook del Comitato Basta Odori di Calcinato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Chi lo ha conosciuto lo ricorderà sempre come una persona forte, determinata, capace di affrontare le avversità e gli ostacoli della vita sempre a testa alta. Così come ha affrontato il suo male, reagendo con resilienza, trovando la forza di vivere e sostenendo le persone attorno a lui con ironia e leggerezza. Un uomo franco, che ha sempre espresso le sue idee in modo diretto. Un allevatore che ha dedicato, sostenuto e condiviso con noi grande passione per le sua amata razza, il Dogue de Bordeaux” si legge ancora sui social.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento