Ragazze tenute come schiave, le costringevano a prostituirsi: 8 arresti

Nel mirino degli inquirenti un gruppo criminale rumeno: attiravano giovani connazionali con l'inganno, poi le costringevano a prostituirsi

Foto d'archivio

Una vita agiata e un lavoro onesto, con queste speranze decine di ragazze lasciavano la Romania per raggiungere la provincia di Bergamo. Sogni mai realizzati: una volta arrivate in Italia venivano trattate come schiave e costrette a vendere il proprio corpo sulle strade della Bassa Bergamasca.

A gestire il giro di sfruttamento della prostituzione era un gruppo criminale rumeno, scoperto e sgominato dai carabinieri di Bergamo, coordinati dalla procura di Brescia. In manette, per ora, sono finite 8 persone, tutte di nazionalità rumena: devono rispondere dei reati transnazionali riguardanti la tratta di essere umani, lo sfruttamento della prostituzione e la riduzione in schiavitù.

A fare scattare l'inchiesta è stata una delle ragazze sfruttate: ha confidato l'inferno vissuto alla polizia rumena, che ha poi allertato le forze dell'ordine italiane. L'indagine non è ancora finita: il prossimo passaggio sarà quello di colpire, con sequestri e confische, il patrimonio di quanti hanno accumulato ingenti ricchezze sfruttando le giovani donne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento