Vestiti insanguinati trovati in mezzo alla piazza: forse una rapina violenta?

E' mistero sul ritrovamento di pantaloni sporchi di sangue, uno smartphone danneggiato e carte di credito svizzere: indagano i carabinieri

Foto d'archivio (da Flickr)

Uno strano, stranissimo ritrovamento che assume tutti i contorni di un macabro giallo: non ci sono risposte, almeno per ora, sui pantaloni e il fazzoletto sporchi di sangue trovati in pieno centro a Montichiari, tra Piazza Santa Maria e Piazza Treccani, poche ore dopo la notte bianca di sabato. A margine dei vestiti insanguinati, sono stati recuperati anche un “mazzo” di carte di credito, emesse da banche svizzere, e uno smartphone con la scheda sim danneggiata.

Lo scrive Bresciaoggi: a ritrovare gli insoliti residui gli operatori ecologici impegnati nella pulizia della piazza. Tutto quello che è stato recuperato, è già stato consegnato ai carabinieri, che hanno avviato un'indagine per cercare di risalire al proprietario (o ai proprietari) dei vestiti, del cellulare e delle carte di credito.

Sangue e smartphone: forse una rapina violenta?

Tutto è possibile. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti anche una rapina violenta, con l'aggressore che potrebbe aver abbandonato il bottino mentre si allontanava. Ma questo spiegherebbe il cellulare e le carte di credito. Ma i pantaloni e il fazzoletto insanguinato? 

Forse anche quelli sono “tracce” del rapinatore, magari rimasto ferito nella colluttazione. Niente di certo, ovviamente, ma solo supposizioni. Al momento non risulterebbero né denunce né segnalazioni di smarrimento. Il mistero continua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento