Lutto all'ospedale di Manerbio: è morto il primario Luigi Rizzi

Il dottor Rizzi, direttore del reparto di Ortopedia e Traumatologia, è scomparso improvvisamente lo scorso martedì.

Lutto all'ospedale di Manerbio per la scomparsa del dottor Luigi Rizzi, morto improvvisamente martedì, all'età di 55 anni. Eccellente e stimato professionista, dirigeva il reparto di  Ortopedia e Traumatologia dallo scorso 22 gennaio. 

Grande il dolore anche tra i colleghi di ospedale "Alla grande professionalità coniugava una forte bontà d’animo, disponibilità all’ascolto e al dialogo sia verso i pazienti che i colleghi: rivolgiamo un pensiero di vicinanza alla famiglia per il loro immenso dolore." si legge in un comunicato del nosocomio. 

Nato a Bergamo nel 1963, si era laureato con lode nel 1987 in Medicina e Chirurgia presso l’'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma dove si era anche specializzato in Ortopedia e Traumatologia, sempre con lode, nel 1992. Nel 2001 aveva conseguito la specializzazione in Chirurgia della Mano presso la British Society for Surgery of the Hand, nel 2003 il Fellowship in Chirurgia ricostruttiva dell'’anca e della pelvi presso il Dipartimento di Ortopedia del Good Samaritan Hospital di Los Angeles e, nel 2015, il diploma di Formazione Manageriale per dirigenti di struttura complessa rilasciato dalla Scuola di Direzione in Sanità di Regione Lombardia.

Dopo un’esperienza di tre anni, dal 1989 al 1992, presso la Clinica Ortopedica della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica di Roma si era trasferito agli Ospedali Riuniti di Bergamo dove è stato Responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Traumatologia d’Urgenza fino al 2017, prima di trasferirsi a Manerbio. Brillante relatore in quasi 100 congressi nazionali ed internazionali è stato autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali.


 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento