Il tragico destino di Nadia, uccisa a coltellate da un suo paziente

Nadia Pulvirenti è stata uccisa da 10 coltellate sferrate da Abderrhaim El Mouckhtari, 54enne marocchino ospite della struttura di Iseo dove la 25enne lavorava da due anni. La giovane donna viveva a Castegnato con il fidanzato ed aveva collaborato con molte realtà di volontariato del Bresciano. Aiutare le persone in difficoltà per lei era una missione, più che una mansione

Nadia Pulvirenti (Fonte: Facebook)

Uccisa da uno dei pazienti di cui si prendeva quotidianamente cura per passione, prima che per dovere. Nadia Pulvirenti è morta in una soleggiata mattina di gennaio, a soli 25 anni. Ad ucciderla le 10 coltellate sferrate da Abderrhaim El Mouckhtari, 54enne marocchino affetto da problemi psichici, ospite della Cascina Clarabella, consorzio di cooperative sociali che si occupa dell'inserimento lavorativo di persone con disabilità psichiche e fisiche. Una struttura dove la giovane donna, laureata in tecnica della riabilitazione psichiatrica all'università di Verona, lavorava stabilmente da circa due anni.

Stando alle prime indiscrezioni trapelate, l'omicidio si sarebbe consumato al termine di un litigio scoppiato per futili motivi all'interno del mini alloggio dove il 54enne, in regola con il permesso di soggiorno, viveva. L'uomo avrebbe impugnato un coltello, forse da cucina, e avrebbe sferrato, senza alcuna pietà, 10 colpi di fendente sul corpo di Nadia, che avrebbe provato a difendersi. Le urla della 25enne avrebbero attirato una collega, che ha dato l'allarme intorno alla 11.30 di martedì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre il personale della cooperativa e i sanitari del 118, arrivati sul posto con l'elicottero, tentavano inutilmente di soccorre la giovane vittima, il 54enne ha lasciato la struttura. È stato individuato poco dopo mentre percorreva a piedi via la provinciale che collega la frazione di Cremignane al centro di Iseo, da una pattuglia della Polizia locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

  • Coronavirus, nel Bresciano quasi 7000 casi e oltre 1000 decessi

Torna su
BresciaToday è in caricamento