Dopo l'incidente, la lite con la polizia: altri guai per i due giocatori del Brescia Calcio

Le posizioni di Ales Mateju e Nikolas Spalek sono al vaglio della Locale: uno potrebbe finire nei guai per guida in stato d'ebbrezza, l'altro per oltraggio a pubblico ufficiale

Nikolas Špalek e Aleš Matějů

Un sabato notte davvero movimentato per i calciatori Ales Mateju e Nikolas Spalek, entrambi in forza al Brescia Calcio: prima lo schianto in auto, poi la furibonda lite con la polizia locale. Per loro nulla di grave, dal punto di vista fisico, ma entrambi, oltre ad essere stati multati dalla società, sarebbero a rischio denuncia.

Il terzino Mateju, che era al volante della potente Audi finita contro un distributore di benzina, attende l'esito degli esami del sangue a cui è stato sottoposto per stabilire il tasso alcolemico. L'amico e compagno Spalek si è invece reso protagonista di un acceso diverbio con gli agenti della polizia locale e potrebbe beccarsi una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale.

L'incidente

Tutto è accaduto nella nottata tra sabato e domenica. I due compagni di squadra stavano tornando a casa, dopo una serata trascorsa in una nota discoteca della città: mentre percorrevano via Orzinuovi, l'Audi sulla quale viaggiavano in compagnia di un altro amico è uscita di strada. La dinamica è da brividi: pare che l'auto abbia urtato un muretto prima di 'sorvolare' una rotonda e finire all'interno di un distributore di benzina Ip, causando parecchi danni.

Il rifiuto dell'alcol test

Entrambi sono usciti praticamente illesi dallo schianto: solo Mateju si è procurato una ferita al gomito che ha richiesto il trasporto in ospedale (se l'è cavata con tre punti di sutura). Una volta alla Poliambulanza, il difensore si è sottoposto agli esami del sangue per accertare se e quanto avesse bevuto prima di mettersi al volante,  test che negli istanti successivi allo schianto si era rifiutato di fare.

La lite

Nel frattempo Spalek sarebbe stato pizzicato dal titolare del distributore a fare la pipì contro il gabbiotto del gestore del distributore. Alle lamentele del benzinaio sarebbero seguite parole grosse e un'animata discussione. La lite ha quindi richiamato l'attenzione degli agenti della Locale, che si trovavano a poca distanza per i rilievi dell'incidente: sono intervenuti per riportare la calma, ma anche loro sarebbero stati aggrediti verbalmente dal calciatore slovacco. Ecco perché la sua posizione è al vaglio e nei suoi confronti potrebbe scattare una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Che due pirla . I gradassi con la polizia delle loro parti non lo fanno , sapete perchè ? Meditate gente , meditate...

  • Sono dei "gnari" ignoranti e sbruffoni, che appena han due lire in tasca e giuocano a "foobal" credono di essere invincibili.

  • Ma che razza di gente "assolda" il Brescia Calcio? Animali nel senso spregiativo del termine..........

  • Valigia e rimpatrio a proprie spese ovviamente dopo aver risarcito i danni.

  • Chissà perché se succede a un comune mortale di fare un incidente ubriaco, gli fanno (giustamente) il sedere come una capanna, ma di fronte a 2 calciatori cambia la suonata...

  • Uno Ceco l’altro slovacco....volevano riunificare la Cecoslovacchia a suon di Birre ? ???? Poveri ignoranti, c’è sempre qualcuno che scredita la professione del calciatore. Dovreste essere un esempio per i ragazzini ed invece siete solo un altro esempio di 2 individui dell’ Est Europa che arrivano in Italia a fare il c***o che vogliono. Vergognatevi.... Uno dei due “furbini” è in prestito da un club Inglese, avrei voluto vedere se avesse fatto una cosa simile in Inghilterra, sai quanti calci in culo...

  • Come volevasi dimostrare... ignoranti, prepotenti, violenti, cafoni, senza cervello. Grazie Brescia calcio per averci onorati di cotanta stupidità ed insufficienza. Questo è il calcio che tanti proclamano... ma non il vero calcio fatto di sana responsabilità, umiltà e rispetto.

  • A zappare devono andare

  • Bene! Sono calciatori col il pallone al posto del cervello

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso dalla malattia: morte sospetta, ma è escluso il morbo della "mucca pazza"

  • Cronaca

    Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

  • Cronaca

    Improvviso malore, morto l'imprenditore Vigo Nulli

  • Cronaca

    Rapina in casa da incubo: imprenditore minacciato con taser e martello

I più letti della settimana

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Operaio rapito fuori dal lavoro e portato nei boschi: ricerche a tappeto

  • Tangenziale Sud: in tre settimane più di ottomila multe con il nuovo "tutor"

Torna su
BresciaToday è in caricamento