Malore in bici mentre va al lavoro, muore dirigente d’azienda

La tragedia martedì mattina: Duilio Isacchi, direttore in un'azienda di dolci del Bresciano, ha perso la vita mentre si recava al lavoro

È crollato a terra lungo via Francesca a Urgnano, mentre affrontava il lungo tragitto per raggiungere il posto di lavoro. Sarebbero stati alcuni automobilisti di passaggio a trovarlo esanime sull'asfalto, a pochi metri dalla sua bicicletta. Immediato l'allarme, ma inutile ogni tentativo di rianimarlo: il cuore di Duilio Isacchi ha smesso di battere e non si è più ripreso.

La tragedia martedì mattina nel comune della Bergamasca: il 61enne, di casa a Suisio, era diretto a Rudiano per timbrare il cartellino nell'azienda dove lavorava da tantissimi anni: la Gandola Spa. Appassionato di ciclismo, durante la bella stagione era solito raggiungere il posto di lavoro in sella alla sua bici: è stato tradito da un infarto che non gli ha lasciato scampo.

Purtroppo non c'è stato niente da fare: alcuni passanti lo hanno visto a terra e hanno subito chiamato il 112. La telefonata è scattata poco prima delle 7.30 e la centrale operativa ha inviato sul posto un' ambulanza e pure l'elisoccorso. Gli operatori sanitari hanno cercato di rianimarlo ma non c'è stato nulla da fare. 

Un dramma che ha colpito profondamente i lavoratori della nota fabbrica che produce biscotti, dove Isacchi lavorava da circa 30 anni in qualità di direttore del reparto Ricerca e Sviluppo, e l'intera comunità rudianese dove era molto conosciuto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

Torna su
BresciaToday è in caricamento