La caldaia perde monossido, tragedia sfiorata: un'intera famiglia intossicata

Tragedia sfiorata lunedì notte a Rivoltella, in una villa dove ci abitano otto persone tra cui due bambini ancora piccoli: tutti ricoverati in ospedale per una lieve intossicazione da monossido

Notte da incubo per una famiglia intera, dai nonni ai nipoti, residenti in una villa di Via Giovanni XXIII a Rivoltella, frazione di Desenzano del Garda. Davvero una tragedia sfiorata: in tutto otto persone, tra cui due bambini, sono rimasti intossicati dal monossido di carbonio. Salvati appena in tempo dal tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco.

Tutto è successo nella notte tra lunedì e martedì. Poco prima di mezzanotte in casa avrebbero cominciato ad accorgersi che qualcosa non andava: giramenti di testa, nausea, perfino qualcuno svenuto.

Proprio da casa è stato allora allertato il 112, che oltre alle ambulanze sul posto ha inviato subito i Vigili del Fuoco. Gli otto componenti del numeroso nucleo familiare sono stati portati fuori, uno ad uno. Sani e salvi, per fortuna.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento