Giacca e cravatta, ma niente biglietto: aggredisce e butta a terra la capotreno

L'episodio martedì mattina sulla Milano-Venezia: la capotreno del convoglio diretto a Verona viene aggredita e spintonata a Desenzano. L'aggressore è un 50enne coreano, vestito in giacca e cravatta

Foto di repertorio

L'aggressore che non ti aspetti: giacca e cravatta, nazionalità coreana. L'identikit dell'uomo che martedì mattina avrebbe aggredito la capotreno del convoglio che alle 8.25 è partito da Milano Centrale, direzione Verona Porta Nuova. La donna sarebbe stata spintonata e buttata a terra, procurandosi qualche ferita.

Per fortuna niente di grave, ma di certo un episodio che farà discutere. Anche perché si tratterebbe della quarta aggressione in pochi anni. E più o meno sempre per lo stesso motivo.

Questa volta sarebbe stato per un biglietto (quasi) mancato: l'uomo che si rileverà poi l'aggressore, un 50enne coreano in cerca di lavoro, aveva il biglietto ma non l'aveva obliterato. La capotreno gli avrebbe semplicemente proposto di pagare un sovrapprezzo, oppure di scendere e obliterare il treno per poi prendere il convoglio di un'ora più tardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescava quintali di cocaina dall'oceano, poi li portava a Brescia per lo spaccio

  • Una famiglia distrutta per la morte di Matteo: lo piangono i genitori e la sorella

  • Brutta sorpresa dopo lo shopping: auto sparite fuori dal centro commerciale

  • Ragazzo morto sull'auto in fuga: il caso è chiuso, via libera al funerale

  • Perde la sua battaglia contro il cancro, mamma Federica muore a soli 37 anni

  • Incidente stradale in scooter, morta la 39enne Rachele Marino

Torna su
BresciaToday è in caricamento