Troppi batteri nel rubinetto: niente acqua potabile per 2.000 persone

Indietro non si torna: il sindaco ha firmato l'ordinanza. Circa 2000 persone rimangono senza acqua potabile

Prima grana per il rieletto sindaco Ezio Mondini, al secondo mandato a Darfo Boario Terme: sarebbero quasi 2000 le persone rimaste senza acqua potabile a causa di una concentrazione elevatissima di batteri.

Il primo citadino si è visto così costretto ad emettere un'ordinanza di divieto di utilizzo dell'acqua della rete idrica per il consumo umano, nelle frazioni di Erbanno e Bessimo. Quasi 2000 persone dovranno fare a meno dell'acqua di casa, o per lo meno bollirla prima di utilizzarla.

La decisione è arrivata poche ore fa, a seguito dei primi esiti dei campionamenti operati dall'Ats. I tecnici avrebbero già prelevato nuovi campioni, per le dovute controanalisi: forse già giovedì potrebbero esserci i nuovi risultati.

E i motivi di una concentrazione batterica così elevata (anche se i dati non sono ancora stati resi noti) non però riconducibili a improvvise fonti d'inquinamento, quanto piuttosto alle circostanze. L'intensa siccità del periodo, i pascoli attivi da tempo sulle montagne.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

  • Alla scoperta del Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Lago d'Iseo

I più letti della settimana

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

  • Lui è in gravi condizioni, rischia di morire: marito e moglie sposi in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento