Clacson e insulti, vola anche una mazza: folle rissa in mezzo alla strada

Zuffa in mezzo alla strada a Coccaglio: il bilancio è di due denunce. Tutto si sarebbe scatenato per una questione di velocità: ecco cos'è successo

Botte da orbi in mezzo alla strada: la mattinata di follia si conclude con una doppia denuncia e due feriti lievi. E' successo mercoledì a Coccaglio, poco dopo le 11.30: i protagonisti della zuffa (come spesso accade, per futili motivi) sono due giovani stranieri, il primo residente a Cologne e il secondo in provincia di Bergamo.

A seguito dell'allarme lanciato da alcuni passanti è intervenuta la Polizia Locale: secondo quanto ricostruito dagli agenti, un marocchino che in quel momento era alla guida della sua auto in Via Madonnella, zona artigianale del paese, avrebbe cominciato a suonare il clacson e a insultare il pakistano che stava davanti a lui, alla guida di un furgone.

Basta poco per scatenare la zuffa

Tra i due è scattata subito la scintilla della rissa: il marocchino sarebbe sceso per primo dall'auto, ma subito seguito dal suo improvvisato avversario, che sarebbe invece sceso dal furgone armato con una barra di ferro. Urla e spintoni, botte e altro ancora: in pochi minuti la zuffa è stata sedata, come detto, grazie all'arrivo della Polizia Locale.

Sul posto si è precipitata anche un'ambulanza: il marocchino, alla vista di agenti e soccorritori, li ha aggrediti a loro volta. Una volta calmato, è stato trasferito in ospedale. Per lui è scattata una denuncia per resistenza: anche il collega di rissa è stato denunciato, per possesso di oggetti atti a offendere. E il motivo della zuffa? A quanto pare la velocità ridotta del furgone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento