Cade dalla barca e non riemerge: velista disperso nelle acque del Garda

Ancora nessuna notizia di Claudio Valle, il velista di 65 anni che domenica pomeriggio è caduto in acqua a circa due chilometri dalla costa di Moniga

Questione di attimi, di pochissimi istanti: tanto è bastato per mollare la presa, perdere l'equilibrio forse per un'onda, forse per un malore, e cadere in acqua dalla barca a vela di cui era lo skipper, inghiottito dalle profondità del lago di Garda a meno di due chilometri dalla riva, là dove il fondale scende fino a 90 metri. Rimane soltanto una piccola luce di speranza, ma che si fa sempre più flebile con il passare delle ore: sono riprese lunedì mattina all'alba le ricerche di Claudio Valle, 65 anni, l'istruttore della Fraglia Vela di Desenzano disperso da domenica pomeriggio a largo del porto di Moniga.

Disperso dalle 17

Era a bordo di una barca a vela di circa 7 metri, insieme a due ipovedenti. Un'uscita in barca “sociale”, come tante volte capita con la nota associazione sportiva desenzanese da sempre impegnata nelle iniziative con disabili. Non è chiaro ancora cosa sia successo poco prima delle 17, in linea d'aria circa un miglio marino dalla spiaggia, praticamente di fronte al campeggio Le Brede.

I due ipovedenti, rimasti soli in barca, hanno chiamato aiuto: sono stati soccorsi da due natanti di passaggio e dalla Guardia Costiera. Sono stati riportati a riva sani e salvi, e interrogati sull'accaduto. La barca è stata sequestrata. Lo skipper sarebbe caduto in acqua solo pochi minuti prima, da solo. Chi era a bordo con lui avrebbe allora cominciato a chiamare aiuto, attirando l'attenzione di un piccolo catamarano e poi di un'altra barca.

Ricerche a terra, in aria e al lago

In meno di mezz'ora le ricerche erano già avviate. Appena sopra il grande parcheggio del porto è atterrato l'elicottero dei Vigili del Fuoco, arrivato da Malpensa: ha sorvolato il lago per quasi due ore, in un'area di diversi chilometri quadrati, senza però trovare nulla. Sono rimaste fuori fino a sera le motovedette della Guardia Costiera, con il supporto di un gommone dei pompieri. I sommozzatori sono arrivati da Milano alle 18.30: al porto di Moniga è stato allestito l'Ucl, il posto di comando avanzato da dove anche in queste ore saranno coordinate le operazioni di ricerca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sommozzatori e robot subacquei

A terra sono intervenuti sia i Carabinieri che la Polizia Locale. Sono momenti di apprensione infinita per i familiari del disperso: Claudio Valle è un istruttore esperto, che per una vita intera ha solcato le acque del Garda. Sul posto anche il sindaco Lorella Lavo, il vicesindaco Renato Marcoli, il consigliere con delega a porti ed ecologia Andrea Massi. Quando il sole tramonta, purtroppo, l'unica certezza è che Claudio Valle a pelo d'acqua non si vede. I sommozzatori scenderanno per decine di metri sott'acqua, per cercarlo. Saranno supportati dai Volontari del Garda, con il robottino Rov, teleguidato per le ricerche in profondità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

Torna su
BresciaToday è in caricamento