Terremoto: nuova scossa in serata, protezione Civile al Lavoro

Una nuova scossa di terremoto è stata registrata in provincia di Reggio Emilia, nella stessa zona dove ieri mattina si è verificato un sisma di magnitudo 4.9. La scossa ha reso noto il Dipartimento della Protezione Civile, ha avuto una magnitudo di 3.5 e una profondità di 30 km. I comuni prossimi all'epicentro sono Poviglio, Boretto e Brescello

Mentre alle 18.43 la nuova scossa di terremoto, magnitudo 3.5 e profondità 30 km, è stata avvertita distintamente nel Reggiano e nel Parmense, proseguono verifiche e accertamenti tecnici nei comuni delle due province colpiti ieri mattina dalla scossa di magnitudo 4.9.

Squadre del Nucleo regionale di Valutazione, già oggi al lavoro, proseguiranno l'attività di verifica dell'agibilità degli edifici. I controlli saranno fatti nei Comuni dell'area dell'epicentro e si concentreranno su scuole, edifici pubblici, chiese e altre situazioni individuate anche sulla base delle segnalazioni delle amministrazioni locali.

- Istituto Nazionale di Geofisica: "Tanti sismi anche in passato, zona a bassa pericolosità"
- Terremoto: a Parma centralinista cieco dimenticato negli uffici della Provincia


L'Agenzia regionale di Protezione Civile continuerà a monitorare la situazione in raccordo con il Dipartimento nazionale della Protezione Civile, la Direzione regionale dei Vigili del Fuoco, le Prefetture, le Provincie e i Comuni coinvolti. Domani comunque le scuole della Bassa reggiana ovest saranno aperte e le lezioni saranno regolari.

Nel Parmense il bilancio, ancora provvisorio, è di due persone ferite in modo lieve: sono due anziani caduti dalle scale mentre stavano allontanandosi dalle proprie abitazioni subito dopo la scossa. Sono proseguite per tutto il pomeriggio le verifiche dei tecnici della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza cornicioni e comignoli pericolanti: attenzione particolare è stata rivolta alla Reggia e alla vicina chiesa di San Liborio a Colorno, paese a poca distanza dalla zona dell'epicentro, dove sono caduti molti calcinacci e parte di un balcone.

Centinaia le chiamate ai centralini di emergenza di molte persone in preda al panico, tutte situazioni risolte al telefono ad esclusione di una bimba che, sotto choc, è stata trasportata al Pronto Soccorso, poi dimessa.

Gli istituti scolastici nel Parmense domani riapriranno regolarmente, tranne due - il liceo scientifico Marconi di Parma e l'istituto Solari di Fidenza - dove si sono rese necessarie nuove verifiche statiche. Ulteriori verifiche, ma non nella parte riservata alla didattica, saranno effettuate domani nel convitto Maria Luigia, sempre a Parma.

Movimenti sismici, sismologo: "Possibili altre scosse"
Terremoto al Nord: epicentro nell'Emilia, quarto sisma in 16 anni

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • "Nella mia Brescia tragedia di proporzioni devastanti: i nonni non ci sono più"

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 3 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento