Spazio off, in città un luogo per curare le "nuove dipendenze"

Il nuovo servizio, unico nel suo genere, è dedicato esclusivamente a persone con difficoltà derivanti dal gioco d’azzardo patologico, addictions e net disorders.

Non riuscite a cavarvela da soli? La vostra vita si sta complicando? Pensavate di potercela fare, di poter rimettere tutto a posto, e non ce l'avete fatta? A Brescia, in viale Italia, c'è un luogo dove le persone in difficoltà a causa di gioco d’azzardo patologico, addictions e net disorders (dipendenze dalla tecnologia e da internet), possono trovare un supporto, un aiuto. 

Il Gioco d’azzardo e le dipendenze tecnologiche creano una serie di problemi alla persone fino a che queste ne diventano schiave: dal ritiro sociale, al dissesto economico, dalla perdita degli affetti, alla comparsa di patologie psichiche serie che rompono l’equilibrio normale che caratterizza la vita di ciascuno di noi. I dati raccolti dai servizi pubblici ambulatoriali e la cronaca di ogni giorno, descrivono un fenomeno in preoccupante ascesa. Nella nostra città, a Brescia, molto si fa per prevenire, ma purtroppo a volte non basta. 

Aperto da poco, lo "Spazio Off" - integrandosi con gli altri servizi che da anni si occupano di queste tematiche - si offre come luogo, unico nel suo genere, grazie al quale alcuni professionisti specializzati nella presa in carico e nella cura di questo tipo di fenomeno (psichiatri, psicologi, educatori, avvocati), con metodologie innovative e tempistiche relativamente brevi, possono dare un aiuto concreto a chi ne ha bisogno, a chi vuole riappropriarsi della propria vita nelle sue componenti emozionali, affettive, relazionali ed economiche. Un primo approccio può avvenire anche via cellulare, al numero 335-6194763. 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento