Una vita tra i banchi di scuola, morto professore di letteratura

Donato Bigatti si è spento nei giorni scorsi, all'età di 83 anni. Originario di Borno, ha insegnato nelle scuole medie della Valcamonica

Foto d'archivio

Una vita per la famiglia, il negozio e la scuola. Donato Bigatti si è spento nei giorni scorsi, all'età di 83 anni, circondato dall'amore della moglie e dei suoi 4 figli. Originario di Cogno, viveva da molti anni a Borno.

Conosciuto e stimato da entrambe le comunità, viene ricordato per la vivacità intellettuale e i tanti sacrifici fatti per conseguire la laurea in Filosofia. Gran lavoratore, si è sempre dato da fare nel mobilificio di famiglia, passando le nottate sui libri per terminare il corso di studi. 

Dopo il conseguimento della laurea ha insegnato nelle scuole medie della Valcamonica, instillando in centinaia di studenti l'amore per la letteratura e la storia. Una volta in pensione è stato colpito da un ictus, che lo aveva debilitato nel fisico, ma non aveva intaccato le sue capacità intellettive. Le sue condizioni di salute sono precipitate negli ultimi mesi, fino al triste epilogo.

Lascia la moglie Odilia, i figli Gian, Luisa, Laura e Anita e gli adorati nipoti Alberto, Delia, Francesca, Leonardo e Arianna. 

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

  • La dieta detox per tornare in forma e depurare l’organismo

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Stroncato dalla malattia, papà di due bambine muore a soli 34 anni

  • Terribile incidente: schiacciato da 15 tonnellate di acciaio, muore padre di famiglia

Torna su
BresciaToday è in caricamento