Terrore al centro commerciale: difende la fidanzata, lo massacrano a martellate

La vittima è un marocchino di circa 30 anni ricoverato in prognosi riservata alla Poliambulanza: i carabinieri avrebbero già identificato i suoi aggressori

Aggredito nel parcheggio e pestato a sangue con mazze e spranghe: la vittima è un giovane marocchino attualmente ricoverato in prognosi riservata alla Poliambulanza di Brescia, in gravi condizioni ma non in pericolo di vita. I carabinieri avrebbero già identificato i suoi tre presunti aggressori, tutti di nazionalità albanese.

L'episodio risale a lunedì, la sera di capodanno, nel parcheggio esterno del centro commerciale Il Leone di Lonato. I tre balordi l'avrebbero atteso con l'intenzione di picchiarlo a sangue, forse per un regolamento di conti: non si esclude che all'origine della violenza non ci sia uno screzio sentimentale.

Pare infatti che il marocchino, poco più che 30enne, solo poche ore prima avrebbe osato rispondere a male parole a uno dei tre albanesi, reo tra l'altro di aver importunato la fidanzata del nordafricano. La reazione sconsiderata degli aggressori è ora al vaglio dei carabinieri: rischiano una denuncia (e una condanna) per violenza e lesioni.

La brutale aggressione

Intorno alle 18 si è compiuta l'aggressione: lo hanno aspettato in tre, nel parcheggio del Leone. Qui l'hanno colpito al volto, alle gambe e alla schiena, calci e pugni e poi martelli e spranghe, insomma una furia inaudita forse “condita” con qualche alterazione psicofisica, alcol e droga.

Una volta sfogata la rabbia, se la sono data a gambe lasciando il giovane a terra, in un bagno di sangue. Altri clienti del centro commerciale si sarebbero accorti del ragazzo ferito, allertando il 112. In pochi minuti sul posto ambulanza e carabinieri.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Albanesi? Rumeni? Ma rispedirli a casa loro no?

  • Questa è l'ennesima conferma della bella gente che l'Italia "ospita"... ma finché si ammazzano tra di loro, ci fanno solo un piacere. Rappresentano il degrado di questa povera Italia.

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Ti piace commentare eh? Va bene.. Ma ragionare prima di scrivere? Che c'entra quel povero marocchino? Se la pensi così... meriteresti la stessa fine. Ignorante e razzista, povera Italia sì, per colpa anche anche di gente come che la pensano così.

      • Ti rendi conto che ti stai rendendo ridicolo? continui a cambiare nickname solo per attaccarmi. Perché non hai il coraggio di scrivere come la pensi con il tuo "vero" nominativo? Io non aggredisco chi ribatte ai miei commenti... non ce n'è motivo. Ci si può confrontare tranquillamente.

      • Voltaire, Giovanni, FDL... "Uniti" contro il malvagio ignorante razzista Fragranza... vedo solo pluralità di menti malate.. . ed un triste sdoppiamento di personalità.

        • Avatar anonimo di Voltaire
          Voltaire

          Ahahaha vedila come vuoi Fragranza, mi fai solo tenerezza. Invece di parlare di me, che non sono nessuno se non Voltaire (FDL e Giovanni non so chi siano) rileggi quello che scrivi, c’é sempre una prima volta. Parli di confronto civile, che non ci può essere in queste condizioni. Meritereste solo quello che vorreste fare agli “altri”. Prima iniziate ad abbassare i toni e non scrivere cose che fomentano odio e rabbia, poi comunicheremo con calma e discorsi costruttivi, altrimenti  continueremo a correggervi, nessun problema. Tanto il vocabolario é quello che é

Notizie di oggi

  • Attualità

    Nuova vita per il parco Gavia: addio al Pcb, a maggio la riapertura

  • Attualità

    Tentata strage di bambini: a Brescia abusi sessuali su una ragazzina

  • Cronaca

    "Ha ucciso l'ex moglie per gelosia", ma del cadavere ancora nessuna traccia

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 22 al 24 marzo: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Tragedia in casa: ragazza non risponde ai familiari, i pompieri la trovano morta

  • Incidente a Calvagese della Riviera: morti Marco Cioccarelli e Alessandro Giuliani

  • Marco e Alessandro, tra sogni e ricordi: due giovani vite spezzate troppo presto

  • L'auto distrutta in un groviglio di lamiere: lesioni cerebrali per il ragazzo alla guida

  • Blocca una bambina in strada e le mostra il pene: condannato operaio bresciano

  • Ambra senza filtri sull'ex: "Renga? Complicato vivere vicini, ma sa farmi ridere"

Torna su
BresciaToday è in caricamento