Dalla ricerca ai diritti, al via la settimana nazionale della sclerosi multipla

Sulla storia delle persone malate e sui loro bisogni si accenderanno i riflettori dal 23 al 29 maggio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

BRESCIA - Dalla ricerca ai diritti: sette giorni per abbattere tutti quegli ostacoli che non permettono ancora alle persone con sclerosi multipla di vivere una vita piena. È sulla loro storia, i loro diritti e i loro bisogni che quest'anno si accenderanno dal 23 al 29 maggio i riflettori della XVIII Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, principale appuntamento con l'informazione sulla malattia promosso dall'AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla, affiancata dalla propria Fondazione FISM. Gli eventi della settimana ruoteranno attorno alla Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla del 25 maggio e a far da filo conduttore sarà il Barometro Italiano della Sclerosi Multipla, presentato il 18 maggio al Ministero della Salute.

La sclerosi multipla, malattia che colpisce una persona tra i 20 e i 40 anni ogni tre ore, è oggi la prima causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali. Le persone con sclerosi multipla sono circa 3 milioni nel mondo, 600.000 in Europa e quasi 110.000 in Italia.

La sclerosi multipla non mi ferma sarà il messaggio-chiave della Settimana Nazionale e anche della Giornata Mondiale che si celebrerà il 25 maggio in oltre settanta Paesi del mondo, all'insegna di una campagna che vedrà nei social validi mezzi di diffusione dell'informazione.

A Brescia tre saranno gli eventi promossi per affermare l'indipendenza delle persone con SM, ribadire l'importanza della ricerca scientifica, unico strumento che può consentire a ogni persona una vita in cui sia possibile essere autonomi e indipendenti, e diffondere una corretta informazione sulla SM.

Per illustrare alla cittadinanza l'impegno di AISM e presentare alla collettività il Barometro Italiano della Sclerosi Multipla, la sezione provinciale di AISM promuove un convegno scientifico che si terrà il 28 maggio nella sede di Confartigianato.

All'incontro, durante il quale verrà fornita una nuova fotografia della situazione della sclerosi multipla in Italia, interverranno il Dr. Ruggero Capra del Centro Riferimento Regionale per la SM dell'ASST Spedali Civili di Brescia, che proporrà un aggiornamento sulle terapie farmacologiche per la SM, e la Dr.ssa Flavia Mattioli della Riabilitazione Neuropsicologica degli "Spedali Civili", che discuterà della valutazione e riabilitazione dei disturbi cognitivi nelle persone con SM.

Nei due weekend di sabato 21 e domenica 22 maggio e sabato 28 e domenica 29 maggio, i volontari di AISM Brescia saranno impegnati in alcune piazze della provincia (Brescia, Lonato, Desenzano, Lumezzane, Iseo), che per la prima volta si riempiranno dei profumi delle erbe aromatiche di AISM.

La campagna La ricerca dà sapore alla vita rappresenta una novità che consentirà all'Associazione di raccogliere fondi da destinare esclusivamente alla ricerca scientifica. Le erbe aromatiche di AISM potranno essere utilizzate per ornare e profumare la casa oppure per insaporire i piatti ed esaltare il sapore degli alimenti. Sui banchetti, a fronte di una donazione di 10 euro, si potrà scegliere tra due confezioni espressamente dedicate: una con tre erbe ideali per i piatti di carne, l'altra con tre erbe che si sposano alla perfezione con il pesce.

A chiudere a Brescia la XVIII Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla saranno i volontari del gruppo YOUNG di AISM Brescia, che domenica 29 maggio (14:00-19:00) saranno in Corso Zanardelli con Senti come mi sento, efficace campagna di sensibilizzazione che coinvolge la cittadinanza in un percorso sensoriale. Durante il laboratorio saranno simulate attraverso ausili, protesi e oggetti le difficoltà, le sensazioni e le emozioni che prova una persona con SM, una patologia fortemente invalidante che provoca un deciso impatto emotivo e sociale.

I più letti
Torna su
BresciaToday è in caricamento